Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pallavolo, amaro ko per Cosenza. Casandrino si impone al tie-break

Pallavolo, amaro ko per Cosenza. Casandrino si impone al tie-break

I rossoblù perdono il primo, passano sul 2-1 ma subiscono la rimonta e la sconfitta al tie break, tornando a casa con un punto. Devastanti D’Angelo e Canzanella con 30 punti.
coach marano dà indicazioniIl coach della DeSeta Casa Conad Vena dà indicazioni (foto pallavolo cosenza)
Cosenza ha fato di tutto per centrare il blitz in terra di Campania, ma al termine di una partita spettacolare e tiratissima, torna in Calabria con un solo punto. Eppure si era messa bene per gli uomini di Marano, che hanno pagato l’approccio morbido nel primo set, dando vita per ad una reazione impressionante. Nel secondo infatti i rossoblu hanno trovato i colpi migliori, guidati da Astarita e Smiriglia, recuperato e devastante dal centro. Nel terzo parziale la DeSeta Casa ha fatto la voce grossa, portandosi anche sul 2-1 in un set incredibile. Il 27-25 testimonia l’equilibrio negli scambi, e gli uomini migliori dei due club hanno dato spettacolo. Nel quarto però Casandrino risorge trascinata da D’Angelo e Canzanella che con 30 punti a testa mettono a segno in due più della metà dei punti totali della loro squadra. Si va quindi al tie break e cresce anche Di Fino, un po’ in ombra nel resto della gara. A spuntarla però sono i campani. Casandrino è squadra forte e ben costruita, ma Cosenza dimostra ancora una volta di essere a ridosso delle prime e di poter ancora crescere. (f. p.)

Il tabellino:
ALMAMATER CASANDRINO- DESETACASA CONAD VENA COSENZA 3-2
(25-17;20-25; 25-27;25-19;15-11)
ALMAMATER CASANDRINO: Libraro 3, D’Angelo 30, Pepe 8, Cuomo 5, Canzanella 30, Flaminio 9, Coppola (L). All. Romano
Ric.Pos. (63%) ; Ric.Perf. (46 %)
DESETACASA CONAD VENA COSENZA: Testagrossa 12, Di Fino 17, Astarita 13, Illuzzi 4, Smiriglia 15, Lotito 15, De Marco (L), Bonante, n.e. Piluso, Spadafora, Garofalo, Rizzuto (L). All. F.Marano-M.Scaldaferri
Ric.Pos. (73%) ; Ric.Perf. (53 %)
ARBITRI: Grassi Luca e Carcione Vincenzo.

Related posts