Tutte 728×90
Tutte 728×90

Basket, per Cosenza un 2013 di successi. Ma adesso si punta in alto

Basket, per Cosenza un 2013 di successi. Ma adesso si punta in alto

Nel nuovo anno la Nertos sarà chiamata non solo a migliorarsi, ma a scrivere pagine importantissime per la pallacanestro cittadina. Coach Binetti ha tutte le qualità per riuscirci.
guzzo con mazaraGuzzo in azione nel match contro Mazara ad inizio stagione (foto shartella)

La nuova Nertos Cosenza chiude l’anno con un bottino di 14 punti, frutto di sette vittorie, due sconfitte dovute a problemi in avvio di stagione presto risolti, ed altre incassate in un momento negativo già messo alle spalle. L’obiettivo non è trovare subito la vetta, ma presentarsi nel migliore stato di forma alla fase ad orologio, dove sarà vietato sbagliare. C’è fiducia nell’ambiente guidato da coach Binetti, perché gli uomini in rosa hanno tanto da dire in questo torneo. L’ultimo successo nel derby con la Vis Reggio, chiuso a +23 in una gara senza storia, ha messo in luce tutta la qualità di un roster che ha voglia di stupire. Qualche problemino però c’è. Contro le big la Nertos ha sofferto sotto i tabelloni. Quando si fa dura Cosenza ha l’arma in più, perché dall’arco è capace di far male, ma quando ci si mettono sfortuna e imprecisione e i lunghi soffrono, i calabresi pagano sempre dazio. Del resto la rosa non è troppo ampia, e in tanti sono costretti ad avere minutaggi pesanti che possono poi condizionare la gestione del match. Ciò nonostante la qualitàsi è vista e in alcune gare è venuta fuori in maniera prepotente. Lombardo sta facendo la differenza, sposandosi al meglio con Vazzana e Pellegrino. L aciliegina sulla torta è l’eterno Delli Carri, capace di accendere la luce nei momenti più bui e tremendamente efficace dall’arco. Il gruppo però è totalmente nuovo e trovare la giusta amalgama non è sempre facile. Binetti ci sta riuscendo bene, corregge puntualmente gli errori e non vuole sciupare i progressi. Dopo il netto ko inflitto a Reggio, bisogna ritrovarsi con ambizioni rinnovate e lo sprint giusto per scalare posizione e centrare un piazzamento interessante nella fase ad orologio. La vetta dista otto punti ma non è ciò che importa. Il primo obiettivo è infatti restituire il ko ricevuto all’andata da Mazara. L’appuntamento è per il 5 gennaio al palazzetto dello sport di Mazara del Vallo. Alle 18 ripartirà un nuovo corso. Quello della maturità all’insegnadel bel gioco. Quello che dovrà tradursi in un filotto di buone prestazioni pertentare la promozione. (f. p.)

Related posts