Cosenza Calcio

Mosciaro, parola di capitano: “Cosenza, segnerò di più. La storia di Calderini ricorda la mia”

Il capitano parla delle aspettative sue e della squadra. “Riscatteremo subito Teramo, il mio ruolo nel 4-3-3 è giusto che sia largo a sinistra. Ma che verticalizzazioni Guadalupi…”.
mosciaro tira a casertaIl capitano del Cosenza Manolo Mosciaro in azione allo stadio Pinto di Caserta
E’ il capitano del Cosenza a suonare la carica all’inizio del nuovo anno e a qualche giorno dall’inizio del girone di ritorno. Manolo Mosciaro ha grandi aspettative e sa di dover migliorare lo score perché per un attaccante del suo valore tre gol sono pochi. Non che gli altri abbiano segnato di più (5 centri per De Angelis e 4 per la coppia Alessandro-Calderini), ma da chi ha siglato più di 50 reti in due campionati ci si aspetta sempre tanto. “Per il 2014 ho le solite aspettative – spiega – L’importante è continuare a fare un buon campionato, meglio se con l’aiuto dei miei gol. Non mi nascondo, non è stata una prima parte di torneo esaltante per me, ma il collettivo va a gonfie vele e conta questo”.
Mosciaro, le pesa il magro bottino?
“Non cerco alibi e non ci sono grandi spiegazioni da dare. Di occasioni ne ho avute, ma la dea bendata mi ha voltato le spalle. Penso al rigore col Sorrento, alle occasioni di Messina e Teramo. Insomma, se fossi arrivato a quota 7 nessuno avrebbe potuto dire nulla. Quest’anno non c’è un gioco in cui si creano palle gol a grappoli, ma tocca a me farmi trovare pronto sotto porta per battere il portiere avversario”.
E’ passato da Guadalupi e Arcidiacono a De Angelis e Alessandro come compagni di reparto. Che differenze?
“Si tratta di quattro grandi calciatori tutti con caratteristiche differenti. De Angelis ad esempio è più uomo d’area, mentre Guadalupi dava quel pizzico di fantasia che rende imprevedibile il collettivo. Inoltre andavo a nozze con le sue verticalizzazioni”.
Cappellacci la schiera largo a sinistra nel 4-3-3. E’ un ruolo che gradisce?
“Sì, in questo schema credo che sia la posizione giusta per me. Il mister è un allenatore molto pratico e concreto. L’importante è che giochi dall’inizio, per i Lupi lo farei anche in porta e sono pronto al sacrificio come sempre”.
Che campionato è il girone B della Seconda divisione?
“Duro e difficile. Siamo stati molto bravi a conquistare 32 punti nel girone di andata. Ci hanno spianato la strada, ma non dobbiamo abbassare la guardia. La nostra prerogativa deve continuare ad essere la rabbia agonistica perché dopo il brutto stop di Teramo siamo intenzionati a riprendere la marcia”.
Il prossimo avversario è il Tuttocuoio.
“Sappiamo che non sarà una passeggiata. Si sono rinforzati prendendo Matteini, in più Colombo ha scontato il residuo di squalifica. E’ un club che ha dei progetti ambiziosi e lo si vede. Sarà battaglia per tutti i 90 minuti”.
Chiusura dedicata a Calderini. Sarà un brutta perdita per i Lupi?
“La sua storia ricorda molto da vicino la mia. Anche io decisi di lasciare il Grosseto per tornare a casa qui a Cosenza. Se gli si è presentata questa opportunità e vuole sfruttarla, lo capisco perché è capitato anche al sottoscritto trovarsi in una situazione del genere. Del resto il Castel Rigone è una società seria come la nostra”.

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina