Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cappellacci: “Gara condizionata dagli episodi. Sul mercato fare scelte giuste”

Cappellacci: “Gara condizionata dagli episodi. Sul mercato fare scelte giuste”

Il tecnico precisa: “Abbiamo fatto fatica è inutile negarlo. E’ stata una gara molto tattica. Primo tempo mediocre da parte nostra. Calderini? In queste categorie va accontentato, ma si innescano altri meccanismui come la trattativa e la sua sostituzione”.
capp guarda recuperoIl tecnico guarda il recupero esposto dal quarto uomo, dopo un secondo il 2-2 (foto mannarino)
Il Cosenza ringrazia De Angelis e Calderini e acciuffa un pari che consente di fare un passo avanti verso la conquista della Lega Pro unica. Non solo. L’aver ottenuto un pari contro la Casertana consente di tenere a debita distanza proprio i campani. Queste le parole del tecnico Cappellacci a fine gara. “Abbiamo fatto fatica è inutile negarlo. E’ stata una gara molto tattica. Primo tempo mediocre da parte nostra. Nella ripresa, seppur non era facile visto un campo in condizioni non perfette, siamo riusciti grazie ad un po’ di fortuna e alla nostra tenacia a trovare un pareggio che ci consente di tenere la Casertana a debita distanza”. Poi il tecnico entra nel dettaglio. “Siamo stati bravi come loro a sfruttare gli episodi. Certo, nel primo tempo abbiamo pagato a caro prezzo delle disattenzioni che potevamo evitare. Siamo stati bravi, però, a ritrovare la parità in una situazione non facile anche se loro sono rimasti in dieci per tutta la ripresa”. Chiusura con rammarico. “Dispiace per le ammonizioni di Mosciaro e Alessandro che non saranno disponibili per la prossima gara”. Non si può non guardare ora al mercato. “Ho detto che bisognava accelerare a fine dicembre. Ma tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare. Se lo facessimo questa settimana non sarebbe male. Calderini? Ha chiesto di andare via a metà dicembre. Io credo che quando in queste categorie c’è una simile esigenza, da parte nostra bisognerebbe accontentarlo. Poi si innescano altre situazioni come la trattativa col Castel Rigone e la sostituzione del calciatore. Nonostante qualche sua bizza, io finché ce l’ho a disposizione, lo tengo in considerazione perché lo devo a io e lui alla squadra”. (a. g.)

Related posts