Tutte 728×90
Tutte 728×90

Ugolotti: “Meritavamo i tre punti”

Ugolotti: “Meritavamo i tre punti”

Il tecnico della Casertana: “Abbiamo buttato via due punti per come si era messa la partita. Non si possono più tollerare questi colpi di testa da parte dei giocatori che per l’ennesima volta hanno costretto la squadra a giocare in dieci”
ugolotti al sanvitoUgolotti seduto in panchina al San Vito durante il match contro il Cosenza (foto mannarino)
Mister Ugolotti è soddisfatto a fine gara della prestazione della Casertana ma molto rammaricato per il pareggio subito a tempo scaduto. “Penso che abbiamo buttato via due punti. Meritavamo di portare a casa i tre punti”. La gara è cambiata dopo l’espulsione di Rinaldi. “Non è semplice giocare con un uomo in meno ma ci siamo complicati da soli la vita. Il Cosenza non è stato mai pericoloso e credo che le reti dei rossoblù non siano state proprio limpidissime. Sul primo gol dei silani c’era una gamba tesa che non è stata fischiata e sul secondo c’era, prima un fallo e poi quando  Calderini ha messo la palla in rete c’era fuorigioco. Sono pronto a chiedere scusa se le immagini mi smentiranno”. Non hanno pesato le tante assenze nella Casertana. “Non ho mai parlato degli assenti perché ho una rosa di 22 giocatori e tutti sono importanti. Oggi chi è sceso in campo ha giocato con un grande spirito di squadra ed è questo che voglio vedere sempre in campo”. Il terreno di gioco del San Vito, quest’oggi, non era in grandi condizioni. “Sinceramente devo dire che rispetto al nostro campo quello di Cosenza sembrava Wembley. Il nostro terreno è molto peggio del San Vito”. Grande approccio alla gara da parte dlla Casertana. “Abbiamo fatto un ottimo inizio di gara giocando molto aggressivi sui portatori di palla e ripartendo in velocità. Purtroppo poi siamo rimasti in dieci,giustamente, per una sciocchezza di Rinaldi. Sinceramente non si possono più tollerare questi atteggiamenti da parte dei giocatori perché non è la prima volta che si perde la testa commettendo dei falli stupidi che poi ci penalizzano per il resto della gara”. (Marco Salfi)

Related posts