Tutte 728×90
Tutte 728×90

Berretti: Cosenza cuore e grinta, ma nel recupero vince la Salernitana (2-3)

Berretti: Cosenza cuore e grinta, ma nel recupero vince la Salernitana (2-3)

I lupacchiotti passano in vantaggio in due occasioni e mettono in difficoltà gli ospiti, terzi in classifica. Segnano Gentile e Rino ma i campani al 91′ strappano i tre punti. Ottima prova dei rossoblu che in difficoltà hanno messo spesso alle corte i pari età della Salernitana.
fabiano presa alta
Una sconfitta immeritata. E’ questa l’estrema sintesi di un match spettacolare, che il Cosenza ha giocato meglio della Salernitana. I campani hanno però sfruttato la migliore condizione e qualche decisione dell’arbitro che ha lasciato a bocca aperta giocatori in campo e addetti ai lavori. Un gol è stato infatti quasi regalato alla Salernitana e sul 2-2 è stato negato un rigore lampante ai lupacchiotti, rimaneggiati ma cattivi e determinati. E’ infatti il primo gol è proprio del Cosenza. Aldo Gentile dà il via all’azione con un sombrero su un giocatore ospite, costruisce  con Rino e Mario Reda e la finalizza con un altro pallonetto sul lungo portiere ospite. E’ un gol meraviglioso che la Salernitanta però pareggia al 38′ con un tocco preciso all’interno dell’aria di rigore. Il Cosenza non ci sta, reagisce e al 42′ si riporta nuovamente in vantaggio. Ancora Gentile costruisce l’azione e dopo un paio di finte all’arga per Greco. Il suo tiro al volo è fuori misura ma Rino di testa trova l’angolo giusto. Si va al riposto in vantaggio ma nella ripresa succede di tutto. la Salernitana pareggia subito i conti con una azione di rimessa in nettissimo fuorigioco finalizzata da Martineiello, che firma la sua doppietta, e il Cosenza si riversa subito in area ospite per ritrovare il vantaggio. Ci provano Tenuta e Maiolo senza fortuna e all’85’ il Cosenza protesta per un rigore negato. Al 91′ però arriva la doccia fredda per i lupacchiotti che subiscono il gol della sconfitta su una conslusione di Nappo che carambola prima sul palo destro, poi sul sinistro e supera la linea di porta. Resta il tempo per una potente conslusione di Greco al 94′ che il portiere non trattiene. La palla si ferma sul palo e con essa le speranze di una squadra che non meritava la sconfitta. I lupacchiotti hanno giocato meglio della Salernitana ma pagano ancora un po’ la scarsa preparazione. Di questo passo però, già col Melfi potrebbe arrivareun successo che questo gruppo e chi è rimasto alla sua guida merita. (c. c.)

 

Nuova Cosenza – Salernitana 2 – 3
Nuova Cosenza: Fabiano, Gallo, Nigro, Pansera B., Rossi, Rino, Salerno (19’ st Maiolo), De Santo, Greco, Gentile (6’ st Abate), Reda M. (38’ st Tenuta). All.: Miceli. A disposizione: Reda O., Perri, Pansera P., De Luca.
Salernitana: Sabbato, Gazzaneo, Brunetti, Bovi, Rodio, Santoro (30’ pt De Sio), Bruno (1’ st Tommasiello), Nappo, Gabbiano, Martiniello, Cassetta (14’ st Annunziata). All.: Chianese. A disposizione: Di Micco, Giacchetti, Aprile, D’Avella.
Arbitro: Idone di Reggio Calabria. Assistenti: Greco (sez. Rossano) – Converso (sez. Rossano).
Marcatori: 17’ pt Gentile (NC), 24’ pt Martiniello (S), 42’ pt Rino (NC), 3’ st Martiniello (S), 45’ st Nappo (S).
Note: Ammoniti: Salerno, Gallo, Rino, Maiolo (NC), Martiniello (S). Espulso: 50’ st Abate (NC). Recupero: 2’ pt, 5’ st. Al 26’ st Annunziata (S) è costretto a uscire per infortunio dopo che la Salernitana aveva già effettuato le tre sostituzioni.

Related posts