Tutte 728×90
Tutte 728×90

Capp: “Soddisfatto degli acquisti. Voltan rinforzerebbe una rosa perfetta”

Capp: “Soddisfatto degli acquisti. Voltan rinforzerebbe una rosa perfetta”

Il tecnico poi parla del momento del Cosenza: “Viviamo un calo da cui dobbiamo venire fuori fin dal derby di domenica contro la Vigor Lamezia”. Napolano out: si è operato di appendicite.
cappa a sorrentoL’allenatore del Cosenza Roberto Cappellacci prima del match di domenica (foto shartella)
“Sono contento per gli acquisti fatti dalla società in questa finestra di mercato. Aono contento perché sia Chinellato che Asante sono sì due giovani, ma con alle spalle già parecchia esperienza. Se arriverà Voltan dal Padova? Se sì, non potrà che rinforzare una rosa che ad oggi mi sembra perfetta e che come ho detto spesso, non vorrei modificare. Napolano inoltre si è operato di appendicite.”. Inaugura con queste parole l’intervista del martedì Roberto Cappellacci, mostrando soddisfazione per i primi due colpi ufficiali del Cosenza e grande attesa per la chiusura dell’affare Voltan il cui passaggio in queste ore sembra sia stia mettendo per il verso giusto. Del resto il Capp non aveva mai nascosto le difficoltà di un organico ridotto all’osso e che forse nell’ultimo periodo ha pagato l’assenza di uno studiato turn over soprattutto per i protagonisti più attivi nel girone di andata. Potrebbero essere diversi i motivi della disfatta dello scorso turno in casa del Sorrento, ma il trainer rossoblù non si nasconde dietro un dito e prova ad analizzare quello che é un momento no per i suoi. “Non c’è moltissimo da dire – commenta – è stata una brutta gara ed ormai è sotto gli occhi di tutti il calo che abbiamo subito nelle ultime settimane. Prendiamo troppi gol, facciamo troppa fatica a farne uno, non riusciamo a fare quello che abbiamo in mente e questo è pericoloso perché il campionato è tutto tranne che deciso. Le parole d’ordine, fino alla fine, devono essere umiltà e sacrificio. Sapevamo che il girone di ritorno sarebbe stato più complicato perché in molti si stanno rinforzando, perché l’effetto sorpresa è finito e perché gli avversari cominciano a prendere le misure, impedirti di giocare e distruggere le trame di gioco. Pertanto bisogna essere più forti anche di questo se si vuole arrivare alla fine tra le prime posizioni, perché nessuno ormai lascia nulla al caso. Domenica sarà un derby, ad esempio, da giocare con il sangue agli occhi: sia noi che loro arriviamo da un periodo non positivo e una vittoria significherebbe tanto per entrambe, anche se forse qualcosa in più per noi che all’andata siamo usciti sconfitti dal D’Ippolito”. Il tecnico si batte il petto. “Il primo responsabile comunque mi sento di essere io e pretenderò di più anche da me stesso, solo poi dalla squadra che forse ha accusato, inconsciamente, un rilassamento mentale che bene non sta facendo ma che presto, anzi subito, metteremo da parte. Sono convinto infatti che ce la faremo, in questo gruppo io ho enorme fiducia”.  (Mariella Lonoce)

Related posts