Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Centenario si avvicina. Ecco le iniziative spontanee dei tifosi

Il Centenario si avvicina. Ecco le iniziative spontanee dei tifosi

La Curva Bergamini sta preparando nei dettagli l’evento, così come i semplici supporter si stanno rendendo autori di lodevoli iniziative sui social network.
centenario fb
E’ iniziato ormai da qualche giorno il conto alla rovescia in vista del 23 febbraio, data che segnerà ufficialmente il compimento del centesimo anno di vita del calcio cosentino. Dare un senso a questa festa è esercizio semplice ma al contempo difficoltoso: da un lato la smisurata passione del popolo rosso blu che ad ogni latitudine continua a sentirsi legato ed appartenente a questi due colori, dall’altro una nota di distacco che appare quando si leggono le cronache sull’affluenza allo stadio per le partite domenicali nonostante il primato in classifica e, appunto, il centenario che incombe. Mentre la società Cosenza Calcio ancora non ha fatto decollare il progetto centenario, apprezzabili le iniziative e gli scambi di targa a centrocampo rivolte alla provincia ma francamente ci sembra poco significativo il programma non ancora, tra l’altro, pubblicizzato, la tifoseria freme e, tra chi si prepara per la grande festa del 23 febbraio, come i gruppi della curva Bergamini e l’associazione Cosenza nel Cuore che, insieme al Centro Coordinamento Club, stanno predisponendo la scenografia che si preannuncia sensazionale, e chi già si è attivato utilizzando internet e i social network con una serie altamente significativa di iniziative semplici ma molto efficaci, la festa è di fatto già iniziata. Proprio su queste iniziative ci vogliamo soffermare oggi: su facebook l’imperativo è “risvegliamo la passione” e “coloriamo di rosso blu la nostra città”. Ci piace quindi segnalare l’invito rivolto ai tifosi rosso blu dalla pagina “Il Cosenza siamo noi”, gestita da Patrizia De Napoli, che ha invitato i suoi seguaci a esporre bandiere e sciarpe sui balconi dei palazzi cosentini raccogliendo centinaia di post, e l’iniziativa dalla FanPage Cosenza Calcio, gestita da Luigi Vircillo, ex responsabile brand Cosenza Calcio, che coordina uno staff di professionisti che aggiornano e inventano iniziative mirate a far rinascere quel senso di appartenenza negli ultimi anni smarrito. Questa fanpage, che raccoglie circa 10.000 iscritti da tutto il mondo, oltre a regalarci una emozionante campagna dedicata ai cento anni di calcio nella città (foto) ha indetto anche un concorso “vinci kit completo speciale 100”, dedicata alla foto più significativa postata sulla pagina da parte dei tifosi rosso blu, e il progetto “Cento anni di te, cento anni di noi” che vuol raccontare il legame che da sempre ha contraddistinto il rapporto tra il Cosenza e i suoi tifosi. La pagina è stata letteralmente invasa da centinaia di foto che hanno postato tifosi da ogni angolo del pianeta, New York, Messico, Colombia e Australia tanto per citarne qualcuno, segno incontrovertibile di una passione mai sopita e soprattutto viva e radicata nei cuori dei cosentini in tutto il mondo. Va da se che vicini o lontani il Cosenza non è e non potrà mai essere una moda, oltre 12.000 interazioni al giorno, dati che da un lato ci confermano quanto detto prima e che dall’altro stride fortemente con la scarsa affluenza di pubblico allo stadio per le partite del Cosenza e l’apparente apatia di una città forse non sufficientemente stimolata. Tutto ciò ci fa pensare che forse questo evento del centenario meriterebbe ben altra vetrina e una cura più attenta, in fondo proprio come avrebbe voluto Luigi Vircillo quando ancora operava all’interno della società Cosenza Calcio. Sotto la cenere arde una passione viva ed intensa che andrebbe alimentata senza ulteriori indugi per ricreare quel legame intenso ed indissolubile di qualche anno fa “quando il terreno del San Vito tremava sotto i piedi degli avversari”. (Leonardo De Petris)

Related posts