Tutte 728×90
Tutte 728×90

Brutium, Martire fa la star: tripletta all’Altomonte

Brutium, Martire fa la star: tripletta all’Altomonte

L’ala destra dei Lupacchiotti blinda il 3-2 finale e permette alla formazione guidata da Lupinacci di restare dietro alla capolista Belvedere. Espulsi Papaleo e Bonofiglio.
gol brutium festa
Si può riassumere dicendo che in questo periodo la Brutium sia Martire dipendente. Ad Altomonte il furetto rossoblù non solo sigla una tripletta generata da reti meravigliose, ma si carica l’intera squadra sulle spalle per tutto l’arco dei 90 minuti. L’ala destra dei Lupacchiotti ha siglato otto gol in sei incontri, dimostrando di essersi ripreso alla grande dopo l’infortunio che lo ha costretto ai box per la prima parte di stagione. CRONACA. Come al solito Lupinacci deve rinunciare a F. De Rose, Viteritti, Scarlato, Daniele, Naccarato e Gaudio tutti indisponibili a causa di squalifiche o infortuni. Il match non è dei più semplici, anche perché i padroni di casa sono messi bene in campo e non impiegano molto a passare in vantaggio con Campolongo al 10′, abile a sfruttare un’indecisione della retroguardia rossoblù. Il match si incattivisce e dopo una serie di contrasti duri e di decisioni contestate, ne fa spese il portiere dell’Altomonte Papaleo, espulso per reiterate e vibranti rimostranze nei confronti del signor Zito di Rossano. Nell’occasione, il direttore di gara era tacciato dal pipelet di aver concesso una punizione alla Brutium, magistralmente trasformata da Martire per l’1-1. In inferiorità numerica l’Altomonte si affida alle ripartenze, ma al break si rientra negli spogliatoi sul risultato di parità. L’equilibrio nella ripresa è rotto ancora da Martire che al 57′ trafigge inesorabilmente M. Presta portando avanti la squadra gestita dai ragazzi della Curva Nord. Il 2-1 dà maggiore autostima agli ospiti che poco dopo calano il tris sempre con Martire, preciso a capitalizzare al massimo, colpendo al volo, un servizio di Sammarco. Chi crede che il match sia chiuso, si sbaglia perché dopo un paio di giri d’orologio Bonofoglio combina la frittata fermando irregolarmente Campolongo lanciato a rete. E’ rigore ed espulsione; dagli undici metri Gioia non sbaglia. Gli assalti, sterili, del team di Scardamaglia però non sortiscono gli effetti sperati e la Brutium continua la sua marcia restando a -4 dalla capolista Belvedere. (Stefano Sicilia)

Il tabellino:
ALTOMONTE: Papaleo, Marino, Rossignuolo (81′ V. Presta), Capparelli (63′ Oliva), Pane, Gagliardi, Marco (26′ M. Presta), Gioia, Campolongo, Paladino, Vaccaro. A disp.: Tripicchio, Guaglianone, Costante, Grosso. All.: Scardamaglia
BRUTIUM COSENZA: Gardi, Chiappetta, De Rose, Bonofiglio, Ponzio, Covello, Martire, Esposito, Costabile, Sammarco, Principato (85′ Vommaro). A disp.: Gallo, D. Presta. All.: Lupinacci
ARBITRO: Zito di Rossano
MARCATORI: 10′ Campolongo (A), 24′, 57′ e 72′ Martire (B), 74′ Gioia (A, rig.)
NOTE: Spettatori circa 80. Espulsi al 25′ Papaleo (A) e al 73′ Bonofiglio (B). Ammoniti: Capparelli (A), Vaccaro (A), Sammarco (B), Chiappetta (B), Esposito (B), Covello (B).

Related posts