Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cappellacci: “Cosenza, voglio una partita come si deve”

Cappellacci: “Cosenza, voglio una partita come si deve”

Il tecnico dei rossoblù punta su Asante (“Può tornare dall’inizio”) e lancia un chiaro messaggio: “Vogliamo superare al più presto i quaranta punti, battiamo il Castel Rigone”.
capp conferenzaL’allenatore dei rossoblù Roberto Cappellacci durante una conferenza stampa (foto mannarino)
Il Cosenza è pronto a riscattare il brutto ko di domenica scorsa. Ne è convinto Cappellacci che ha fatto scudo sulla sua squadra anche oggi pomeriggio. “Quando mi assumo delle responsabilità – ha detto – è perché sento di farlo e perché non deve passare il concetto che i calciatori siano stupidi ed io bravo”. Nella gara contro il Castel Rigone sarà lecito attendersi delle novità di formazione. Torneranno Pepe e De Angelis dalla squalifica ed anche Mosciaro è pienamente recuperato dopo l’affaticamento che gli ha impedito di giocare con l’Arzanese. “Sì, potrei cambiare qualcosa nell’undici titolare. E’ probabile che giochi di nuovo Asante a centrocampo, ma non va crocefisso chi è sottotono o chi ha commesso degli errori: ci può stare”. Davanti a Frattali, Bigoni sarà confermato terzino destro, con il ballottaggio Blondett-Pepe per il posto di fianco a Guidi. A sinistra Mannini è in vantaggio su Palazzi. Il pacchetto mediano sarà completato da Giordano e Criaco, mentre Alessandro, De Angelis e Mosciaro formeranno la prima linea. “La storia di questo campionato ha dimostrato che si può perdere con tutti – continua il trainer abruzzese – ma non per questo ogni volta che si va ko la squadra deve sentirsi in colpa. E’ vero, però, che ultimamente stiamo perdendo spesso e prendendo più gol del dovuto. Pertanto bisogna tenere alta l’attenzione e non perdere di vista l’obiettivo della Lega Pro Unica”. La settimana che segue una brutta prestazione è sempre molto delicata. “Non ho visto un gruppo abbattuto, è semplicemente un periodo in cui bisogna fare meglio. Già domani avremo l’opportunità di riscattarci sebbene resti dell’idea che la partita di Frattamaggiore non sia stata una debacle. Anzi, secondo me si è giocato meglio che con la Vigor Lamezia”. L’avversario di turno in trasferta non brilla per nulla: tre vittorie (con Teramo, Arzanese e Sorrento) e otto sconfitte. “Affronteremo una squadra forte che come noi è una neopromossa. Il Castel Rigone non ha lesinato energie per fare bene e il loro organico non ci è inferiore, tanto che se ci dovesse battere arriverebbe a -4. Ha buoni valori, qualità tecniche e calciatori in grado di indirizzare la partita. Chi sarà più bravo strapperà i tre punti, ma in questo momento il Cosenza ha bisogno di reagire e di giocare un match come si deve. Vogliamo superare al più presto quota quaranta punti”. (Luigi Brasi)

Related posts