Tutte 728×90
Tutte 728×90

Melfi-Cosenza: le pagelle

Melfi-Cosenza: le pagelle

Poche insufficienze per la formazione rossoblù. Prova concreta, come il tecnico Cappellacci aveva chiesto alla vigilia, da parte di Mosciaro e compagni. Frattali ancora decisivo.
melfi-cosenza golIl rigore trasformato con freddezza da De Angelis nel quarto minuto di gioco (foto shartella)
Il blitz di Melfi ha un significato particolare. Ad una settimana esatta dal Centenario, è arrivata la vittoria numero mille in campionato. I Lupi hanno esaudito le richieste del loro allenatore. Certo, gli è detto bene ancora una volta dopo il doppio miracolo di Frattali al 90′, ma evidentemente la fortuna aiuta gli audaci. E questo Cosenza lo è. Il migliore in campo è stato proprio il portiere per aver creato i presupposti del blitz finale, ma in generale i rossoblù hanno mostrato notevoli progressi dopo le prove deludenti delle scorse settimane.

FRATTALI: VOTO 7 Salva la partita al 90′ in due occasioni, ma su Cardinale si supera.
BIGONI: VOTO 5.5 Riesce a contenere le incursioni degli avversari, anche se quando Tortori agisce dalle sue parti soffro un po’. Ammonito, salterà la gara del Centenario.
BLONDETT: VOTO 6.5 Timbra la traversa sugli sviluppi di un calcio d’angolo e non va mai in affanno.
GUIDI: VOTO 6 Vince il duello con un osso duro come Marolda, ma si arrende a causa di un problema fisico.
MANNINI: VOTO 5.5 Il Cosenza soffre sulla corsia mancina ed è dalla sua fascia che per poco non si genera il gol dei padroni di casa in zona Cesarini.
CORSI: VOTO 6 Si inserisce quando lo richiede il caso e tampona le incursioni dei centrocampisti avversari.
ASANTE: VOTO 6.5 Ringhia su ogni pallone e talvolta si propone in avanti.
CRIACO: VOTO 6.5 Tocca a lui far ripartire immediatamente l’azione quando si ruba palla sulla trequarti. Possiede un dinamismo fondamentale per l’undici del Capp.
ALESSANDRO: VOTO 5.5 Fumoso. Cerca in diverse occasioni di ripetere l’azione meravigliosa che ha portato al rigore contro il Castel Rigone, ma viene stoppato. Forse, però, un altro lo aveva conquistato.
DE ANGELIS: VOTO 6.5 Molto mobile, svaria su tutto il fronte d’attacco. Freddissimo dal dischetto nel tiro che vale i tre punti.
MOSCIARO: VOTO 6 Vuole spaccare il mondo come al solito. Rischiama i compagni quando il Melfi alza il suo baricentro ed è sfortunato dopo pochi minuti facendo la barba al palo.
CAPPELLACCI: VOTO 6 Squadra più ordinata la sua. Nessuno avrebbe obiettato nulla se si fosse pareggiato perché i rossoblù sono apparsi in crescita, ma evidentemente la fortuna basta invocarla ed arriva puntuale ad aiutare gli audaci.

Subentrati:
PEPE: VOTO 5.5 Sbanda pericolosamente e per rimediare in un caso si da ammonire. Non entra in partita come è lecito aspettarsi da lui. Termina con la fascia di capitano al braccio
CHINELLATO: VOTO 6.5 Pochi minuti gli bastano per procurarsi il rigore decisivo poi trasformato da De Angelis.
PARTIPILO SV

Related posts