Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cappellacci: “A fare la differenza è la qualità del Cosenza”

Cappellacci: “A fare la differenza è la qualità del Cosenza”

Il tecnico è ad un passo dalla meta: “Ma nel giorno del Centenario non dovremo farci distrarre dai festeggiamenti e pensare soltanto a battere l’Aversa Normanna”.
Cappellacci a melfiCappellacci prima del fischio d’inizio in occasione della trasferta di Melfi (foto shartella)
Dopo il blitz contro il Melfi di domenica scorsa, Roberto Cappellacci torna a parlare con i giornalisti della gara contro gli uomini di Bitetto. Si dice soddisfatto il trainer rossoblù nonostante una vittoria arrivata a tempo scaduto e al termine di una partita non proprio bella da vedere. “Tecnicamente – ammette il Capp – non è stata una prestazione bellissima ma il terreno di gioco poco agevole non ci dava grosse alternative: la palla non scorreva bene e abbiamo cercato di eliminare i fraseggi e con questi gli errori. Abbiamo fatto invece una buona gara dal punto di vista agonistico, rischiando meno rispetto al recente passato, facendo una gara sporca perché con una squadra come la loro, cosi strutturata, diversamente non poteva essere. La differenza in questi casi però la fa la qualità della nostra squadra”. De Angelis ha regalato tre punti d’oro. “Vincere nei minuti finali è dura ma sono soddisfatto soprattutto per questo perché i ragazzi fino all’ultimo hanno mostrato di non voler mollare cercando fino al triplice fischio la vittoria; questa vittoria ci dà più brio e più spirito per il futuro perché rimangono da fare ancora tante partite, non abbiamo alcuna garanzia per la promozione e dobbiamo rimanere concentrati e macinare ancora tanti punti”. In Basilicata si sono rivelate vincenti anche le scelte di formazioni. “Domenica ho cambiato il centrocampo e dato spazio a Corsi ed Asante, ma gli interpreti possono cambiare di volta in volta in base alle esigenze. Giordano che domenica è rimasto fuori per la prima volta in stagione, è stato e rimane un nostro punto di riferimento: nulla esclude possa rientrare già contro l’Aversa, come ad esempio causa forfait di Bigoni dovrò utilizzare Palazzi”. La città si sta infiammando per il centenario dei Lupi. “La prossima partita sarà difficilissima perché i campani hanno, molto più di noi, bisogno di punti, e venderanno cara la pelle. Nonostante sia la gara che cade nel giorno del Centenario, siamo decisi a pensare solo a quella e a niente altro, Il fatto che ci saranno molte più persone sugli spalti, infatti, può essere un vantaggio per noi ma anche per loro perché giocare nel nostro stadio davanti a tanta gente è certamente un incentivo a far bene e mettersi in mostra”.  (Mariella Lonoce)

Related posts