Tutte 728×90
Tutte 728×90

Berretti: Il Cosenza perde nel derby con il Catanzaro (1-3)

Berretti: Il Cosenza perde nel derby con il Catanzaro (1-3)

Brutta sconfitta per il morale dei lupacchiotti, che passano in vantaggio subito con il gol di Perrotta ma subiscono il ritorno degli ospiti. Sul 2-1 i rossoblù centrano due legni, ma davanti a più di 300 persone i giallorossi chiudono i conti nel finale.
cs-czUna fase del derby perso dai Lupacchiotti di Nervino contro il Catanzaro (foto mannarino)Perdere un derby è sempre un affare complicato, soprattutto per i giovani cosentini che tengono ai loro colori e che in una stagione delicata e complicata da affari che a loro poco competono, hanno lottato per centrare una soddisfazione. Davanti a più di 300 persone i lupacchiotti ci hanno provato, mettendo subito paura al Catanzaro, colpito ben presto dal gol di Perrotta. Il Cosenza ha fatto la sua gara, ha provato a gestire il vantaggio ma fra il primo e il secondo tempo è stato colpito dall’uno-due degli ospiti, che hanno pareggiato i conti e trovato il vantaggio. Non si sono arresi i rossoblu che hanno provato a pareggiare i conti, hanno centrato due legni e solo nel finale si sono arresi alla terza rete dei giallorossi. Un peccato. Questa è la sensazione per chi ha visto la gara e l’arrembaggio iniziale del Cosenza. Dopo due minuti esatti infatti Perrotta è stato il più lesto a ad approfittare di una mischia in area di rigore e con un preciso tocco ha portato in vantaggio la sua squadra. La spinta dei lupacchiotti però non si è fermata al vantaggio e dopo qualche minuto Gallo era riuscito a trovare anche il raddoppio, annullato per un fuorigioco. Una decisione molto contestata dall’arbitro perchè l’autore del gol era partito in posizione regolare. Le emozioni nel primo tempo però non mancano e il Catanzaro al 35′ pareggia i conti con Spino, ben servito in area e freddo al momento della battuta. Si va al riposo e al rientro in campo le squadre si studiano. Alla prima occasione buona però gli ospiti passano in vantaggio con un bel gol di Ottone. Il Cosenza non resta a guardare e reagisce, riversandosi a testa bassa nell’area avversaria. La spinta è veemente ma la fortuna non sorride alla squadra di Nervino. Le conclusioni di Greco al 63′ e di Gallo poco dopo, superano Cannizzaro ma si infrangono sulla traversa. Sembra stregata la porta degli ospiti che resistono e a pochi minuti dal termine chiudono i conti con una conclusione di Spagnolo che da 35 metri sorprende Fabiano, non impeccabile nel tentativo di parata. Termina così, con il Catanzaro che in campo non è stato superiore ad un Cosenza volitivo, molto più giovane ma mai baciato dalla fortuna in campionato. (c.c.)

Cosenza: Fabiano, Montagnese, Rizzo (60′ Greco), Volpe, Cristofaro, Rossi, M. Reda, Gallo, Perrotta, Rino (79′ Abate), Nigro (87′ Salerno). All. Nervino.
Catanzaro: Cannizzaro, Mallamaci (53′ Spagnolo), Voci, Pescosolido, Riiitano, Grana, Spino (70′ Schiavello), Benincasa, Petrone, Tozzo, Ottobre (75′ st Riei). All. Spader.
Arbitro: Marasco di Crotone.
Marcatori: 2′ Perrotta (Cs), 35′ Spino (Cz), 54′ Ottobre (Cz), 83′ Spagnolo (Cz)
Note: Spettatori 300 circa.

Related posts