Tutte 728×90
Tutte 728×90

Foggia-Cosenza: le pagelle

Foggia-Cosenza: le pagelle

I rossoblù, spenti come raramente in questa stagione, non hanno quasi mai creato pericoli ai padroni di casa che hanno ottenuto il massimo con il minimo sforzo.
foggia-cs fallo rigIl fallo da rigore commesso da Asante e che poi ha causato la sconfitta (foto shartella)
Cosenza non pervenuto allo stadio Zaccheria di Foggia dove i padroni di casa non faticano più di tanto ad avere la meglio dei rossoblù, apparsi spenti e mai realmente in partita. E’ stata l’intensità di gioco a penalizzare la formazione allenata da Roberto Cappellacci che stavolta non è riuscito a dare mentalmente la carica giusta ai suoi uomini. Specialmente gli uomini del reparto avanzato non hanno inciso come era nelle aspettative della vigilia dato che di fronte c’era una difesa in crisi.
FRATTALI: VOTO 6
Mai impegnato tranne in un’occasione. Gli attaccanti del Foggia lo graziano in un paio di volte.
BIGONI: VOTO 6 Sulla corsia di destra fa quello che può e cerca di dare profondità specialmente nella ripresa.
BLONDETT: VOTO 5.5 Non è al meglio della condizione e spesso Giglio lo mette in difficoltà.
GUIDI: VOTO 5.5 Vale lo stesso discorso per il compagno, ma lui nel finale rischia di commettere la frittata.
MANNINI: VOTO 5.5 Insicuro al cospetto delle folate degli esterni rossoneri.
CORSI: VOTO 5.5 Un passo indietro dopo le positive esibizioni delle settimane scorse. Non dà intensità e né profondità.
GIORDANO: VOTO 6 A centrocampo è l’unico che dà sostanza e mostra i muscoli. Torna con personalità a guidare il pacchetto centrale, ma non basta.
ASANTE: VOTO 5 Stavolta la sua prestazione è insufficiente. Provoca il rigore su Colombaretti e nella ripresa libera Giglio davanti a Frattali.
ALESSANDRO: VOTO 6 Vivace, ma non è assistito dalla sorte e dai compagni. Le sue serpentine stavolta non hanno l’esito sperato.
DE ANGELIS: VOTO 5 Non incide sulla partita e praticamente non calcia mai in porta.
CALDERINI: VOTO 5.5 Poche idee per uno come lui che dovrebbe accendere sempre la luce. Esce per infortunio e lascia spazio a Chinellato.
CAPPELLACCI: VOTO 5 La sua squadra non c’è mentalmente e quasi non scende in campo. I suoi timori della vigilia si sono rivelati giusti: la testa era altrove.

Subentrati:
CHINELLATO: VOTO 5.5 Una sola palla (sporca) e non la sfrutta.
PARTIPILO SV
MOSCIARO SV

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it