Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cappellacci: “Facciamo fatica, è innegabile”

Cappellacci: “Facciamo fatica, è innegabile”

Il tecnico silano non si nasconde: “Anche oggi abbiamo sofferto. Tutto sommato, però, siamo stati compatti ed abbiamo evitato di perdere”.
cs-messinaUn’azione offensiva del Messina con gli ospiti che sfruttano un corner(foto mannarino)Mancava da dodici anni uno 0-0 al San Vito tra Cosenza e Messina. In una serata umida e piovosa i siciliani hanno cercato maggiormente la vittoria al cospetto di un Cosenza guardingo e quasi mai pericoloso. A testimonianza di ciò i fischi del pubblico silano che non hanno gradito vedere Lagomarsini, portiere giallorosso, inoperoso per tutto l’arco dell’incontro. Questo il pensiero di Cappellacci. “Una squadra involuta? E’ un dato di fatto. Facciamo fatica, è innegabile. Dobbiamo reagire a questa routine che abbiamo preso. Anche oggi abbiamo sofferto. Tutto sommato, però, siamo stati compatti ed abbiamo evitato di perdere. Mi dispiace che stiamo calando troppo e spero che questi due giorni in più di riposo ci permettano di ritornare un po’ più pimpanti”. Ulteriore precisazione. “Non siamo in grandissime condizione e guardando la squadra in settimana e lo stato di forma del Messina credo che comunque non sia tutto da buttare. Ringrazio i ragazzi che hanno fatto tanto per consentirci comunque di arrivare a questo punto del campionato in una posizione di classifica invidiabile. Ripeto, non stiamo facendo sfracelli ma non siamo neppure una squadra che prende dieci gol a partita. Abbiamo perso quella brillantezza che ha caratterizzato il nostro cammino nel girone di andata”. Poi ci si sofferma sulle scelte tecniche. “Perché Blondett e non Bigoni? Perché ne potevo scegliere uno. Io ho fatto questa scelta e me ne assumo la responsabilità”. (a. g.)

Related posts