Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pallanuoto F., domenica scontro al vertice Sis Roma-Tubisider Cosenza

Pallanuoto F., domenica scontro al vertice Sis Roma-Tubisider Cosenza

Con la SIS Roma capolista è la sfida più importante dell’anno. Il patron Giancarlo Manna: “Loro hanno i favori del pronostico perché vantano una formazione attrezzata per il salto di categoria”.
ragazze bordopiscinaLe ragazze della Tubisider Cosenza Pallanuoto prima di un match casalingo (foto mannarino)
Chiusura del girone di andata col “botto” nella serie A2 di pallanuoto femminile. Domenica alle 13 nella piscina del Foro Italico della Capitale andrà in scena quella che si potrebbe definire la partita delle partite, il big match per eccellenza fra le due imbattute del girone sud: SIS Roma-Tubisider Cosenza Pallanuoto, la prima contro la seconda, divise da due sole lunghezze, i migliori attacchi, le migliore difese e le migliori differenze reti. Ma i motivi di interesse che caratterizzeranno la “sfida” saranno anche altri. Intanto due squadre antagoniste da sempre, sia a livello di prima squadra che di settore giovanile, che hanno dato vita a confronti, tiratissimi, equilibrati fino al suono della sirena. Anche in questa occasione romane e cosentine non si tireranno indietro affrontandosi col chiaro intento di superarsi a vicenda. Conquistare i tre punti per la classifica e la supremazia. Anche se i pronostici saranno a favore della formazione romana, la partita sarà difficile per entrambe. “Un incontro importantissimo – evidenzia il presidente della Tubisider Cosenza Pallanuoto, Giancarlo Manna – ma non determinante ai fini del risultato finale. Affronteremo la migliore squadra del torneo, attrezzata per vincere il campionato e quindi avrà i pronostici dalla propria parte. Per questo motivo sarà la squadra di casa a rischiare di più, mentre noi non avremo nulla da perdere e ce la giocheremo fino alla fine. Abbiamo le potenzialità per centrare un risultato positivo”. Nella passata stagione la squadra allenata da Andrea Posterivo, riuscì a piazzare un meritatamente un doppio “colpo” in casa e fuori. E se la storia si ripetesse?

Related posts