Tutte 728×90
Tutte 728×90

Nel test Cosenza ancora col 4-3-3, ma Capp flirta col 4-4-2

Nel test Cosenza ancora col 4-3-3, ma Capp flirta col 4-4-2

Durante la partitella in famiglia il tecnico rossoblù ha schierato il probabile attacco titolare tra le riserve. Anche oggi svolta una doppia seduta, mentre domani si torna alla singola.
sanvito allenamento dicembreUn test in famiglia disputata sul rettangolo verde del San Vito (foto mannarino)
Cappellacci pensa a qualche accorgimento, ma dalla partitella di oggi pomeriggio non è trapelato un granché. Il tecnico rossoblù ha in mente di cambiare qualcosa per dare un segnale allo spogliatoio. Il primo messaggio è stato chiaro: doppie sedute come se piovessero tanto che anche oggi Mosciaro e soci hanno sudato due volte il normale. Domani, però, si tornerà alla normalità con un’unica sessione prevista al Marca per le 11,30. Dicevamo delle novità che domenica potrebbero vedersi contro il Poggibonsi. Innanzitutto il modulo: gli abboccamenti con il 4-4-2 sono stati diversi, anche se nel test in famiglia il classico e collaudato 4-3-3 non ha fatto una piega. Gli esperimenti condotti nel resto della settimana potrebbero rappresentare però una semplice variante da sfruttare a gara in corso, sebbene il tridente al momento non sia da ritenersi in dubbio. All’allenatore preme più di ogni altra cosa ritrovare la concentrazione dei suoi uomini in maniera tale che le gambe tornino a girare come dovrebbero. Alla partitella non hanno preso parte Meduri e Calderini, con quest’ultimo che ha sostenuto soltanto la parte atletica di mattina. Dalla Berretti, invece, sono stati presi in prestito i centrocampisti centrali De Santo e Gallo, il terzino destro Rossi, l’ala destra Mario Reda e la punta Perrotta. Cappellacci ha schierato una formazione che per otto/undicesimi potrebbe essere quella titolare e che inizialmente prevedeva davanti a Frattali una retroguardia formata da Bigoni, Blondett, Guidi e Mannini; una mediana composta da Corsi, Asante e Criaco; un attacco con Partipilo, Chinellato e Napolano. Dall’altra parte i vari Orlandi, Pepe, Carrieri, Palazzi, Giordano, Alessandro, De Angelis e Mosciaro. Ognuno ha giostrato nel proprio ruolo naturale, con i giovani di Nervino a completare l’undici di base. L’idea è stata quella di mettere alla prova i tre attaccanti contro una difesa arcigna, in modo da alzare il tasso di difficoltà della prova.
I LUPI A SCUOLA. Stamattina, nel frattempo, Alessandro, Criaco e Mannini hanno fatto visita ai bambini dell’Istituto Comprensivo Plastina /Pizzuti di via Roma. Accompagnati dall’ad Quaglio, dal team manager Marulla e dal capo ufficio stampa Pasqua, i tre calciatori hanno reso indimenticabile la mattinata degli studenti. Il grande entusiasmo è stato condiviso da tutta la scuola al momento delle foto di rito e della firma degli autografi. (Luca Sini)

Related posts