Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pallavolo, Cosenza dovrà ripartire dal match con la Vibrotek Pulsano

Pallavolo, Cosenza dovrà ripartire dal match con la Vibrotek Pulsano

Dopo il ko subito contro Alessano che ha spento i sogni di promozione diretta, la DeSeta Casa Conad Vena tornerà a giocare al PalaFerraro contro un’altra pretendente al salto di categoria.
abbraccio volley
Come l’Araba Fenice che rinasce dalle sue ceneri. La notoria figura mitologica incarna perfettamente e senza alcun dubbio l’animus odierno del team bruzio. La sconfitta patita in terra salentina ha disseminato (inutile negarlo) nefaste conseguenze sulla truppa guidata da coach Marano alla quale , tuttavia, va dato atto del coraggio e della nutrita speranza di aver voluto conquistare la vetta dell’Olimpo sino alla fine. Ad ogni modo, svaniti o comunque ridotti al lumicino i sogni di una promozione diretta, la DeSeta Casa Conad Vena Cosenza deve obbligatoriamente rinascere, raccogliere i cocci e ripartire repentinamente con molto più realismo facendo tesoro degli errori commessi. Non tutto è perduto d’altronde. Il prossimo avversario, infatti, è la Vibrotek Volley Pulsano. La squadra tarantina è un’altra delle pretendenti al salto di categoria e seconda “insider playoff” dopo Lamezia: costruita per vincere ad inizio stagione, è partita arrancando ma si è ripresa con enfasi nel proseguo del campionato. Già all’andata i pugliesi diedero un assaggio della loro forza infliggendo ai rossoblù la sconfitta più dolorosa di tutto il torneo: 3 a 0 spietato senza alcuna attenuante. Non una partita facile, in buona sostanza, per Galabinov e co. consapevoli di affrontare un match molto complesso e molto delicato ai fini del piazzamento finale nella griglia playoff. Servirà, dunque, una prestazione maiuscola dei nostri con grinta, personalità e piglio da grande squadra. La voglia di confermarsi sarà di fondamentale importanza in termini di consapevolezza dei propri mezzi, autostima e convinzione di poter centrare il posto d’onore. Perché il campionato di Cosenza non è finito ad Alessano. Tutt’altro! Ne è rinato uno totalmente nuovo e parte da questa domenica. Dove tutto è cominciato: il “Pala Ferraro”, casa-madre dei tanti successi ottenuti nel glorioso passato rossoblù.
L’AVVERSARIO. Una formazione veramente interessante quella dei tarantini. Il roster a disposizione di coach Narracci è di qualità e zeppo di ottimi giocatori nonchè di vecchie conoscenze della società di Via Liceo: a partire dalla punta di diamante, l’opposto italo-venezuelano Josè Matheus (visto a Cosenza ai tempi della serie A2 con Gioia del Colle e Molfetta) a passare dai laterali Lo Re e Maiorana, per finire con il centrale Barbone fresco di promozione con la Materdomini Castellana lo scorso anno. Un ottimo collettivo che, insieme a Lamezia, rappresenta per la DeSetaCasa Conad Vena Cosenza una delle concorrenti playoff al salto di categoria.

Related posts