Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pepe: “Chieti, il Cosenza non farà sconti”

Pepe: “Chieti, il Cosenza non farà sconti”

Il difensore sarà un ex del match: “Ho vissuto, anche da capitano, momenti molto belli, ma è un match come gli altri. Il rinnovo? Non si sa nulla, penso a chiudere bene la stagione”.
pepe col messina3Pepe durante la gara in notturna col Messina disputata allo stadio San Vito (foto mannarino)
Per Alfonso Pepe domenica non potrà essere una partita come le altre. Per quattro lunghe stagioni è stato una delle colonne del Chieti che ha difeso anche con la fascia al braccio. “Vero, per me è stata una grande esperienza. Abbiamo ottenuto ottimi risultati, raggiungendo perfino una finale playoff nonostante un organico molto giovane. Sono stato il capitano della squadra, una vera e propria gratificazione per quanto mi riguarda”. Tornare in Abruzzo, sua regione di appartenenza, lo emozionerà un po’. “All’inizio sono sicuro che avvertirò la cosa, ma non ho dubbi che subito dopo il fischio d’inizio passerà tutto. Mi farà piacere ritrovare lo stadio Angelini, ma la considero una partita come le altre. Il classico gol dell’ex? Se dovessi realizzarlo esulterei: non farlo significherebbe mancare di rispetto ai miei attuali sostenitori, né i vecchi tifosi potrebbero prendersela”. In campo faccia a faccia due formazioni con obiettivi diametralmente opposti. “Il Chieti si gioca tanto domenica. Vengono da quattro sconfitte e faranno la partita della vita, noi però non vogliamo mollare per restare in vetta: che bella sfida. Inoltre il Cosenza cerca la matematica per l’accesso alla Lega Pro Unica, mica poco. Più che altro mi sorprende la posizione in classifica dei neroverdi. Dopo il cambio di allenatore avevano centrato quattro vittorie di fila, adesso invece sono reduci da un poker di sconfitte. Ribadisco però che si giocano molto e davanti ai loro supporter”. Con la maglia rossoblù Pepe ha totalizzato 17 presenze per un totale di 1326 minuti. “La nostra rosa è formata da grandi calciatori, io mi impegno al massimo ogni settimana, poi tocca al mister decidere di puntare sul sottoscritto oppure no. Il rinnovo? Ancora non si sa nulla, sono concentrato sul finale di campionato e a chiudere la stagione nel migliore dei modi. So bene che il futuro, per chi come me non ha accordi pluriennali, sarà ricco di insidie. In Prima divisione ci sarà una concorrenza molto agguerrita”. (Luca Sini)

Related posts