Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cappellacci: “Il Chieti ha grandi motivazioni. Non commento le parole di Mosciaro”

Cappellacci: “Il Chieti ha grandi motivazioni. Non commento le parole di Mosciaro”

Il tecnico del Cosenza sottolinea: “Non ho dato la formazione nemmeno ai miei uomini. Devo valutare ancora le condizioni di qualcuno”. In avanti Napolano favorito sul capitano.
cappellacci ad aprilia22L’allenatore del Cosenza Roberto Cappellacci durante un match esterno dei Lupi
Roberto Cappellacci vivrà un pomeriggio vicino casa. La rifinitura di questa mattina a quanto pare ancora non gli è servita per schiarirsi le idee, anche se sabato scorso ha spiazzato tutti con la sua pretattica annunciando il 4-4-2 e scendendo in campo il pomeriggio seguente con il 4-3-3. L’allenatore del Cosenza deve sciogliere ancora qualche dubbio ed ogni reparto alla vigilia della gara contro il Chieti è interessato da una serie di ballottaggi. L’obiettivo però sarà strappare punti in una terra cara all’allenatore rossoblu. “E’ una trasferta piacevole, perchè si respirerà aria di casa. Vi prego però – ha sottolineato il Capp – Non parlatemi di derby perchè non è assolutamente così. Sono certo però che ci troveremo al cospetto di una squadra affamata. Per noi la promozione è praticamente acquisita mentre per loro non è così. Hanno grosse motivazioni e la posta in palio per loro è nettamente più alta. Avranno più ansie e si giocheranno tantissimo in novanta minuti, per questo non devono essere affatto sottovalutati”. Poi un passaggio sulla formazione. L’undici dovrebbe essere pronto e resta aperto solo qualche ballottaggio. Frattali andrà in porta con Bigoni o Blondett a destra, Mannini a sinistra e in mezzo, sempre in difesa, Guidi e uno fra Pepe o Blondett. In mediana Corsi opererà sul centrodestra, con Giordano o Asante al centro e sempre il ghanese o Criaco a completare il reparto. In attacco Alessandro è sicuro di una maglia con De Angelis favorito su Chinellato nel ruolo di punta e Napolano, Mosciaro, o lo stesso De Angelis a sinistra. Cappellacci non si sbottona. “Non ho indicato la formazione ai ragazzi e non ho fornito loro neanche indicazioni su un undici non troppo diverso da quello dell’ultimo match. Criaco è stato in gruppo ma non si è allenato al meglio ed è da valutare. Stesso discorso vale per Calderini. Ha una protezione e stiamo ancora provando a capire se possa essere arruolabile oppure no”. Chiusura molto diretta sulle parole di Mosciaro che in settimana ha definito l’organizzazione “da Prima categoria”. “Non le commento. Non sono cose che possono riguardarmi”. (Salvatore Mannarino)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it