Tutte 728×90
Tutte 728×90

La Calabria che sorride: il Cosenza secondo i vicini di casa (3/3)

La Calabria che sorride: il Cosenza secondo i vicini di casa (3/3)

Ursino non ha dubbi: “I rossoblù dovrebbero tenersi stretta una figura come Ciccio Marino, che merita tanti complimenti”. Ortoli: “Nessun campanilismo con i Lupi, sono sempre felice per le realtà calabrese che riescono a centrare un obiettivo importante”.
marino2 e pasqualeIl dg del Cosenza Ciccio Marino in compagnia del giardiniere Pasquale Grandinetti

Se Crotone e Catanzaro lottano, il Cosenza ha già tagliato il traguardo. I rossoblù hanno conquistato la promozione domenica scorsa e si apprestano, mantenendo un trend convinto, a vincere il campionato. Quando si vince è merito di tutti e i mal di pancia della stagione è facile che passino in secondo piano. La città, più che celebrare la pur importante affermazione, sembra già proiettata a ciò che sarà la Prima divisione: sfide dal sapore antico, nemici sportivi che torneranno a distanza di anni a cimentarsi al San Vito in sfide infuocate e amarcord tutti da raccontare. Il girone più meridionale della Lega Pro Unica si annuncia, insomma, avvincente e dal fascino antico. In attesa di altre feste, o di delusioni che sapranno sicuramente far crescere, i tifosi calabresi, al di là del campanilismo, possono godersi in genrale un’annata positiva.
RAPPORTI DI BUON VICINATO. Intanto però crescono gli attestati di stima per ciò che è accaduto nella città dei bruzi. “Dice bene lei. Niente campanilismi – afferma Ortoli – solo felicità per tutte le realtà calabresi, che in tutti i campionati e in tutti gli sport riescono ad emergere. La Calabria ha bisogno di portare in alto il suo blasone, in tante piazze. E’ giusto rendere i meriti a chi porta risultati e io penso sempre che quando un club vive la gioia di una promozione o di una salvezza difficile, c’è sempre da complimentarsi, perché dietro c’è un grande lavoro”. Complimenti anche da Ursino e una particolare menzione per Ciccio Marino. “Sono felicissimo per quello che è accaduto al Cosenza. Stiamo parlando di una piazza importante nel panorama nazionale, che era passata in secondo piano e che con forza ha ritrovato ciò che merita. Spero che facciano ancora meglio, perché Cosenza ha vissuto e vive di calcio e non merita affatto di piombare in categorie che non competono al blasone e ai tifosi. Permettetemi però di fare i complimenti a Ciccio Marino. Se una squadra centra la promozione è merito di tutti e non bisogna dimenticare l’allenatore e i calciatori. Marino però ha scelto tanti uomini giusti e non avevo dubbi. Lo conosco personalmente, so che è un gran lavoratore che non lesina gli sforzi ed affronta tutto con immensa professionalità. A questo voglio aggiungere che Marino conosce bene il calcio e Cosenza dovrebbe tenersi stretta una figura importante e capace di allestire squadre molto competitive”. – fine (Francesco Palermo)

Related posts