Tutte 728×90
Tutte 728×90

Brutium svogliata, a Piretto perde partita e secondo posto (5-2)

Brutium svogliata, a Piretto perde partita e secondo posto (5-2)

Ai rossoblù non basta un doppio Sammarco, ma a margine di una prestazione sottotono incide molto l’espulsione di Scarlato ad inizio ripresa. Domenica big-match col Cerzeto.
buonvicino-brutium2
Nel giorno della promozione matematica del Belvedere, la Brutium Cosenza torna con le ossa rotte dalla trasferta di Piretto. I rossoblù di Lupinacci, rimasti in dieci nel secondo tempo a causa dell’espulsione di Scarlato, sembrano svogliati e perdono 5-2, incassando tre gol nell’arco di sette minuti dopo il rosso inflitto al centrocampista. Ora al secondo posto c’è il Cerzeto (sabato 10-1 sulla Sannicolese!), ospite proprio domenica della squadra fondata dai ragazzi della Curva Nord. I Lupacchiotti vengono raggiunti al terzo posto dal Castiglione,  ma con due successi nelle ultime due giornate della regular season il secondo posto sarebbe matematico. CRONACA. La Brutium si presenta all’appuntamento con solo 15 elementi in distinta e con un nutrito gruppo di assenti: Costabile, F. De Rose, Naccarato, Viteritti e Mignolo. Pronti-via e il Piretto passa su rigore, però viziato da un’evidente posizione irregolare di due calciatori. Il fallo di Bonofiglio su Tripodi è netto, ma l’azione era da invalidare. Dal dischetto freddo Cardillo a spiazzare Gardi. Gli ospiti cercano di rimettere in equilibrio il match, ma fino al break c’è poco da segnalare. E’ nella ripresa, però, che si susseguono mille emozioni. A firmare il momentaneo pareggio è Sammarco, abile a sfruttare un filtrante di Daniele e a gonfiare la rete. Paradossalmente, il gol dell’1-1 anziché galvanizzare i rossoblù sortisce l’effetto contrario di narcotizzare il gruppo. Il Piretto ha quindi vita facile, specialmente dopo l’espulsione di Scarlato, giunta in seguito al secondo cartellino giallo. Dal minuto 53′ inizia il monologo dei padroni di casa che colpiscono nell’arco di sette minuti con F. Ruffolo, Caracciolo e Cribari. Le azioni si sono sviluppate tutte sulla destra della corsia dei Lupacchiotti che prestava il fianco alle incursioni avversarie perché priva degli adeguati accorgimenti necessari a correggere l’inferiorità numerica. Il 4-2 di Sammarco serve solo per la classifica marcatori (il bomber è quota 15), tanto che al 90′ ancora Cribari mette il sigillo al match. Nonostante la pessima prestazione, a fine partita grosse lamentele della Brutium Cosenza nei confronti dell’arbitro: non è la prima volta che avviene con una giacca nera di Rossano. (Stefano Sicilia)

Il tabellino:
PIRETTO-BRUTIUM COSENZA 5-2
PIRETTO: Ar. Ruffolo, Bugliari, Viteritti, Capuro, Masottini (65′ Turco), Leccadito (85′ Puia), Cribari, F. Ruffolo, Tripodi (71′ Mele), Cardillo, Caracciolo. A disp.: Speranze, D’Alessa, Esposito, Manfredi. All.: D’Elia
BRUTIUM COSENZA: Gardi, Vommaro, M. De Rose, Bonofiglio (46′ Principato), Ponzio, Scarlato, Martire, Esposito (68′ Gallo), Crescibene, Daniele, Sammarco. A disp.: Gaudio, Attanasio. All.: Lupinacci
ARBITRO: Zito di Rossano
MARCATORI: 10′ Cardillo (P, rig.), 58′ e 78′ Sammarco (BC), 64′ F. Ruffolo (P), 68′ Caracciolo (P), 71′ e 90′ Cribari (P)
NOTE: Spettatori un centinaio con rappresentanza ospite. Espulso al 53′ Scarlato (BC) per somma di ammonizioni. Ammoniti: Viteritti (P), Laccadito (P), Bonofiglio (BC), Martire (BC).

Related posts