Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cappellacci: “Blondett e Carrieri hanno recuperato. Non ho ancora deciso il modulo”

Cappellacci: “Blondett e Carrieri hanno recuperato. Non ho ancora deciso il modulo”

Le buone notizie aumentano le quotazioni di un Cosenza col 4-3-3. Poi scherza sul match di domani: “L’Aprilia non ha mai vinto in trasferta? Noi non abbiamo mai perso in casa”.
cappellacci a casertaL’allenatore del Cosenza Roberto Cappellacci è squalificato fino al termine del campionato
Cappellacci si presenta sereno in sala stampa, consapevole che il suo Cosenza domani avrà l’occasione di blindare il primo posto. In più ha incassato l’ok dei medici per Carrieri e Blondett. “Oggi si sono allenati regolarmente e possono giocare, mentre Criaco non sarà convocato. Poter contare su entrambi mi permetterà eventualmente di non adattare un centrocampista a fare il terzino.  La decisione riguardante il modulo, però, ancora non è stata presa: ho altre 24 ore di tempo”. Ad ogni modo il Capp non è sembrato convinto al cento per cento di rischiare il talento scuola Samp, anche se lo schema di partenza ruoterà intorno al suo utilizzo. Se venisse schierato, comporrebbe la retroguardia con Bigoni terzino sinistro (“è quello che può dare maggiori coperture in quel ruolo”) e la coppia Pepe-Guidi in marcatura davanti (probabilmente) ad Orlandi. Corsi tornerebbe a centrocampo con Giordano e Asante e in attacco Chinellato o Calderini completerebbero il tridente con Alessandro e Mosciaro. Il 4-4-2, invece, permetterebbe a Partipilo di giocarsi un’altra carta da titolare. “Il nostro centrocampo ha delle caratteristiche tali che produce pregi e difetti sia con il 4-4-2 che con il 4-3-3. Ad esempio, se ci schieriamo a tre, siamo bravi in interdizione e meno in fase di possesso. Se giochiamo a due, invece, è esattamente il contrario. Io sono soddisfatto di ciò che ho a disposizione e non mi pongo il problema del filtro davanti alla difesa”. L’Aprilia è un cliente ostico. “Non ha mai vinto in trasferta? Noi non abbiamo mai perso in casa – scherza – Il campionato dei laziali è stato affrontato tra mille problematiche. Ha incassato tanti gol, ma ha molta qualità in attacco e di reti ne ha realizzate diverse. Adesso affronta un momento cruciale, verrà al San Vito per tirare fuori gli artigli. Lo stesso sarà per noi a Martina. Si tratta di formazioni pericolanti a causa di un paio di partite sbagliate: ma l’equilibrio è stato costante per tutta la stagione”. Chiusura dedicata alla squalifica. “Non siamo noi allenatori che incidiamo la domenica. In campo va la squadra e la partita la fanno i ragazzi. Sarò più teso del solito perché la lontananza dalla panchina mi farà stare male. Dalla prossima volta in sala stampa verrà Ianni, è giusto che risponda lui del lavoro svolto nelle prossime settimane”. (Luigi Brasi)

Related posts