Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Aprilia: l’avversario

Cosenza-Aprilia: l’avversario

I laziali non hanno mai vinto in trasferta, ma vantano il terzo miglior attacco del campionato. Ferazzoli ama far giocare i suoi uomini con il 4-2-3-1 o con il 4-3-2-1.
esultanza apriliaL’esultanza dell’Aprilia dopo il gol di Corsi al Cosenza nel match di andata (foto shartella)
Domani il Cosenza affronterà allo stadio San Vito l’Aprilia di Pino Ferazzoli. La formazione laziale si trova a ridosso della zona play-out con 37 punti frutto di 9 vittorie, 10 pareggi e 12 sconfitte realizzando 40 reti e subendone 47. La compagine di Ferazzoli lontana dalle mura amiche ha totalizzato soltanto 5 punti collezionando 5 pareggi e ben 10 sconfitte non riuscendo mai a conquistare i tre punti, mettendo la palla in fondo al sacco 11 volte e dovendola raccogliere in ben 30 occasioni. L’Aprilia, insieme al Gavorrano, è l’unica squadra che non ha mai vinto in trasferta in questo campionato e dopo il Castel Rigone è la formazione che ha subito più sconfitte ben 10 lontano dal pubblico amico. Sempre in trasferta i laziali sono la peggior difesa insieme al Castel Rigone con ben 30 reti subite. L’Aprilia in difesa lascia a desiderare essendo la peggior difesa del torneo ma in attacco è molto pericolosa, infatti hanno il terzo miglior attacco del campionato con 40 reti realizzate. Mister Ferazzoli è rientrato alla guida dell’Aprilia dopo essere stato esonerato a stagione in corso. Da quando è ritornato l’Aprilia ha cambiato marcia scalando la classifica e arrivando a soli tre punti dalla promozione. Ferazzoli ama giocare con il 4-2-3-1 o con il 4-3-2-1. Mazzarani e Montella sono di sicuro gli uomini più esperti che stanno trascinando tutta la squadra. L’Aprilia arriverà a Cosenza con l’obiettivo di conquistare la prima vittoria esterna ma i rossoblù dovranno cercare di riscattare la sconfitta di Ischia ma soprattutto mantenere il primato in classifica. Una curiosità: all’andata si imposero i padroni di casa per 1-0: decise una rete di Corsi, che da gennaio indossa la maglia rossoblù. (Antonello Greco)

Related posts