Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pallavolo, tutto facile per Cosenza contro Casandrino (3-0)

Pallavolo, tutto facile per Cosenza contro Casandrino (3-0)

I rossoblù volano in classifica ed approfittano del passo falso di Lamezia per portarsi al secondo posto in classifica e sperare nel migliore piazzamento nei playoff.
pallavolo squadra cosenza
Meglio di così proprio non poteva andare. Probabilmente neanche gli uomini di Marano si aspettavano un match così: una vittoria schiacciante, facile e liscia come l’olio contro un Casandrino irriconoscibile. L’oro di Napoli dello scorso anno sono solo un lontano ricordo e le assenze di D’Angelo e Coppola si sono fatte sentire eccome. Una partita , in buona sostanza, a tratti noiosa ma a senso unico sin dalle prime battute con i campani già mentalmente in vacanza. Tuttavia, anche Galabinov e soci non hanno brillato dando l’apparenza di poter vincere a marce basse senza sforzi ulteriori. Il primo set, infatti, ha rischiato di trasformarsi in un ‘patatrac’ con i rossoblù svogliati, incerti e molto fallosi. Solo un grande muro e lo strapotere fisico hanno garantito quel quid pluris, costante positiva dell’intero torneo del team bruzio. Dall’altra parte, del resto, solo fantasmi : né Libraro né Canzanella sono riusciti ad impensierire la carovana di mister Marano. Le statistiche parlano chiaro : oltre i parziali, biancorossi hanno commesso 14 errori al servizio, 1 solo muro punto ed una percentuale in ricezione bassisima (47% e 33%). Ora c’è la pausa per le vacanze pasquali e poi la DeSetaCasa Cona Vena andrà in trasferta ad Ugento: i Falchi salentini proveranno a tramare una trappola. Teniamoci pronti. L’obiettivo è diventare la migliore seconda dell’intera serie B1. CRONACA. Clima disteso al “PalaFerraro” per i rossoblù guidati da coach Marano che vogliono consolidare il secondo posto in solitaria. I partenopei sono in formazione rimaneggiata attesa la doppia squalifica di due pedine fondamentali come D’angelo ed il libero Coppola; la DeSetaCasa Conad Vena,d’altro canto, risponde con tutti gli uomini presenti all’appello ed il solito starting six. Parte subito forte la squadra di casa che, complice anche gli errori di Casandrino vanno avanti al primo t.o. tecnico per 8-4. Il muro rossoblù conferma di essere la vera marcia in più di Cosenza, sull’11-6 Romano chiama già t.o. discrezionale. La reazione dei campani è come un diesel: inizialmente flebile recuperano da 14-9 a 14-12, assestando un break di 3 punti grazie a degli errori di distrazione dei nostri. Cosenza è comunque avanti 16-13 al secondo t.o. tecnico. Tuttavia, gli uomini di coach Romano non demordono e si portano addirittura a -1 sul 16-15 . Se i rossoblù sono avanti è soprattutto grazie ad un muro invalicabile che delinea nettamente la differenza tra le due compagini. La DeSeta chiude un mediocre primo set con un ace di Lotito sul 25-22. Il secondo parziale riparte sulla falsariga del primo con Cosenza deciso a chiudere il match quanto prima. Il primo t.o. tecnico vede , infatti, i rossoblù avanti ancora una volta per 8-4. Evidentemente la squadra di Marano vuole complicarsi fin troppo la vita e facendo magicamente rientrare Casandrino in partita sul 10-9. Basta, però, una leggerissima accelerazione di Cosenza che assesta un parziale di 6 a 1 (16-11 al secondo t.o.tecnico). Il set prosegue in scioltezza verso la fine : entra al servizio Rizzuto sul 19-14 e sul 21-15 entra anche Astarita al posto di Di Fino. Due ace di Lotito ed Illuzzi di seconda chiudono i conti, 25-15. C’è Astarita nel sestetto iniziale del terzo set. Casandrino sembra aver perso anche quel minimo di audacia che l’aveva contraddistinta nel primo e fino a metà del secondo parziale; i rossoblù conducono 5-0 con un Galabinov che finalmente rinsavisce dal suo iniziale torpore. Ancora 8-4 al primo t.o. tecnico. Sull’11-4 Marano effettua il cambio in cabina di regia : entra Bonante al posto di Illuzzi. Ace di Astarita per il 13-6, t.o. di coach Romano. Bonante si seconda manda tutti in pausa sul 16-8. Entra Spadafora e chiude subito in muro flottando in aria per circa un secondo netto (17-9). Esordisce nel match anche il capitano Alessandro Piluso, l’ultimo tassello mancante. Finale con un Bonante sopra le righe. La DeSetaCasa chiude game,set &match con Astarita da posto 2, 25-15.

Il tabellino
DE SETA CASA CONAD VENA COSENZA-VOLLEY CASANDRINO 3-0
(25-22; 25-15;25-15)
DeSetaCasa Conad Vena Cosenza: Testagrossa 7, Di Fino 6, Illuzzi 4, Lotito 9, Smiriglia 4, Galabinov 11; Astarita 5, De Marco (L 56%; 33%) , Bonante 3, Spadafora 1,Piluso, Rizzuto. All. F.Marano – M.Scaldaferri
Ace (7) ;Errori (15); Muri pt (10) ; Ric.Pos. (80%) ; Ric.Perf. (55%)
Almamater Volley Casandrino: Flaminio 3, Massa 3,Pepe 8, Libraro 2,Ciardiello 8,Canzanella 6, Capasso (L 34%, 24%), De Luca, Ferraro. All. M. Romano
Ace (2) ;Errori (14); Muri pt (1) ; Ric.Pos. (47%) ; Ric.Perf. (33%)
Arbitro: Molino Marco e Ferraloro Gianluca

Related posts