Tutte 728×90
Tutte 728×90

Guarascio riflette. Nessuno è più sicuro di restare a Cosenza

Guarascio riflette. Nessuno è più sicuro di restare a Cosenza

il presidente non ha gradito le ultime due sconfitte e fallire l’obiettivo del primo posto potrebbe mettere in discussione la riconferma di ogni singolo tesserato, Cappellacci incluso. Intanto valuta l’opportunità di affidarsi ad operatori di mercato del centro-nord. 
curva contro aversa particolLa Curva Bergamini in occasione della gara interna con l’Aversa Normanna (foto mannarino)
Pasqua di riflessione per Guarascio. Il presidente non ha gradito per nulla le ultime settimane e il modo in cui sono maturate le prime due sconfitte consecutive della stagione rossoblù, motivo questo che lo ha spinto a tenere ancor di più tutti quanti sulla corda. Mai come in questo momento nessuno è certo di una riconferma. L’impressione è che, prima di intraprendere l’avventura della Prima divisione e di affidare le caselle di comando, voglia tracciare un bilancio di quanto fatto sinora. Il punto fermo è l’amministratore delegato Domenico Quaglio che a Coverciano sta seguendo la parte amministrativa del corso federale di direttore sportivo, ma che non è in discussione sebbene domenica conto l’Aprilia non abbia visto il match di fianco al patron: in tre anni non era mai successo. Sarà pure stata una semplice casualità, ma si è notata. Fallire l’obiettivo primo posto potrebbe davvero mettere i bastoni tra le ruote a Cappellacci per quanto concerne il rinnovo. Il tecnico ha più volte ribadito in conferenza stampa di non avere contatti con altri club sebbene sia in scadenza di contratto. Radio mercato invece riferisce dell’apprezzamento di un paio di squadre tra Marche e Abruzzo. Anche a Pisa il suo nome potrebbe diventare d’attualità qualora Ciccio Marino diventi il direttore sportivo dei toscani. A proposito del dg dei Lupi, nonostante l’ottimo lavoro svolto al San Vito un suo addio sembra scontato ma i colpi di scena in casi del genere sono dietro l’angolo, specialmente memori del fatto che Guarascio non è solito mandare via nessuno. Il presidente, infatti, in passato ha atteso che fosse il tempo a sciogliere i legami col club per annunciare le nuove figure, ma per programmare la Prima divisione non potrà mica tergiversare fino al 30 giugno. Per il contributo dato dal consulente Gigi Condò vale il giudizio espresso su Ciccio Marino. L’operatore di mercato di Gioia Tauro è pronto da tempo ad indossare i passi del direttore sportivo, ma ancora non è arrivata la chiamata decisiva del patron, che comunque ha apprezzato il suo modus operandi, specialmente l’operazione Blondett. La nomina di Francesco Corallini a segretario generale dipende molto da Condò a cui è legato. Se nelle ultime settimane c’erano pochi dubbi sulle scelte che sarebbero state effettuate a Via degli Stadi, qualcosa come detto potrebbe cambiare: Guarascio starebbe vagliando alcuni direttori che hanno operato al centro-nord nel campionato in corso e negli anni precedenti. Individuato il ds, sarà semplice sistemare al proprio posto le altre pedine. Per alcuni calciatori, invece, sarà necessario un aumento se fosse concreta l’intenzione di trattenerli. (Luigi Brasi)
LA REDAZIONE DI COSENZACHANNEL.IT AUGURA A TUTTI BUONA PASQUA
LE PUBBLICAZIONI RIPRENDERANNO MARTEDI’ MATTINA

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it