Tutte 728×90
Tutte 728×90

Per il Cosenza guai con le vecchie aziende di abbigliamento

Per il Cosenza guai con le vecchie aziende di abbigliamento

Contenziosi aperti con la Macron, che l’anno scorso si presentò con la Polizia al San Vito, e con la Onze, che ha presentato due decreti ingiuntivi per la stagione ’11-’12 e per quella attuale.
guarascio centenarioI problemi per il presidente Guarascio sembrano non finire mai (foto mannarino)
Il Cosenza non deve pensare soltanto alla conquista del primo posto, ma anche a come venire a capo dei grattacapi giudiziari derivanti dai contenziosi aperti con i vecchi sponsor tecnici che reclamano quanto pattuito all’epoca con il club di Via degli Stadi. E’ il caso della Macron e della Onze, la prima fornitrice dell’abbigliamento sportivo nella stagione 2012-2013, la seconda sia del torneo 2011-2012 che inizialmente di quello attuale prima del divorzio e del matrimonio con la Legea. Come riporta Il Quotidiano stamattina, venerdì 18 ha avuto inizio un procedimento a seguito dell’opposizione del club contro il decreto ingiuntivo depositato dal rappresentante di zona della Macron, riferito alla fornitura dell’abbigliamento sportivo per la stagione 2012-2013. La richiesta è di 35mila euro e il procedimento è stato affidato al giudice Granata il quale ha fissato l’udienza a novembre. I più ricorderanno che il 15 gennaio del 2013 un un esponente dell’azienda in questione richiese la presenza degli agenti della Polizia al San Vito reclamando il pagamento del materiale tecnico (clicca qui). Nel frattempo anche la Onze di Pino Turano è passata alle vie di fatto con due decreti ingiuntivi grazie alle fatture presentate. I procedimenti sono fissati a fine aprile (per l’importo di 15mila euro e relativo al primo anno di D) e a maggio (per l’importo di 18mila euro relativo alla prima parte della stagione attuale e del precampionato).  (co. ch.)

Related posts