Tutte 728×90
Tutte 728×90

Arcidiacono, cuore rossoblù: “Il gol più brutto della mia carriera”

Arcidiacono, cuore rossoblù: “Il gol più brutto della mia carriera”

Biccio: “Ho segnato al mio Cosenza, non ho esultato perché porto dentro un gran rispetto per la citta e i tifosi rossoblù. Adesso però gioco per il Martina che mi dà da lavorare”.
biccio spalleArcidiacono con la maglia azzurra del Martina e con il suo caratteristico sette (foto shartella)
Se sconfitta a Martina doveva essere, almeno è arrivata per mano di un tifoso del Cosenza. Pietro Arcidiacono non ha mai dimenticato i colori rossoblù e si è guardato bene dall’esultare dopo il gol che ha regalato tre punti pesantissimi alla sua squadra. “Ora sono un calciatore del Martina e sono i biancazzurri a darmi da lavorare: mi auguro che questo aspetto lo capiscano tutti. Io ho portato il massimo rispetto alla città dei Bruzi e ai suoi tifosi evitando qualsiasi esultanza: lo sentivo dentro perché il San Vito mi è rimasto nel cuore. E’ stato il gol più brutto della mia carriera perché l’ho fatto al mio Cosenza“. Biccio è stato tra i migliori in campo ed anche stavolta ha lasciato un’impronta decisiva sul match. Se il Martina si salverà, molto lo dovrà a questo ragazzo di Catania. “Nel secondo tempo abbiamo dato di più perché attaccavamo sotto la nostra curva, ma di fronte c’era una signora squadra. I rossoblù meritano la classifica che hanno. Cosa ho provato al gol dei Lupi? Sono rimasto di ghiaccio, ma non ho mai smesso di crederci ed ho segnato una rete per noi importantissima. Ad inizio gara pensavo di far gol su contropiede, di certo non al ’92 e dopo aver subito il pareggio di Calderini un attimo prima”. Arcidiacono non si scompone e resta concentrato: “Per noi la stagione continua: domenica vogliamo andare a cogliere un importante risultato a Messina e giocare i playoff col favore dei pronostici”. (m. s.)

Related posts