Tutte 728×90
Tutte 728×90

Ianni: “Se il Capp resta a Cosenza? Credo al 70%. Il Messina in vetta è colpa del regolamento”

Ianni: “Se il Capp resta a Cosenza? Credo al 70%. Il Messina in vetta è colpa del regolamento”

Il vice allenatore sottolinea: “Ci sarebbe piaciuto arrivare primi ma purtroppo la fortuna, nel finale di stagione, non è stata dalla nostra parte. Ringraziamento particolare a Ciccio Marino”.
ianni con teramoIanni al momento del recupero di 3′ concesso dall’arbitro in Cosenza-Teramo (foto mannarino)Primo punto in panchina per il vice allenatore Marco Ianni. Il sostituto di Cappellacci, dopo due sberle guadagna un pareggio nell’ultima giornata di campionato. Contro il Teramo i silani hanno accarezzato il sogno di chiudere con una vittoria. La disattenzione finale ha permesso agli abruzzesi di portare a casa il punto insperato. Queste le considerazione di Ianni a fine gara. “Abbiamo raggiunto l’obiettivo con largo anticipo e di questo va dato merito ai ragazzi. Ci sarebbe piaciuto arrivare primi nell’ultima gara davanti ai nostri sostenitori, ma purtroppo la fortuna, nel finale di stagione, non è stata dalla nostra parte. Guardiamo il bicchiere mezzo pieno e ci godiamo la promozione in Lega Pro Unica”. Giudizio sulla gara odierna, Ianni precisa. “Si affrontavano due squadre che non avevano problemi di risultato e ne è venuta fuori un gran bella partita. Dispiace prendere gol nel finale su palla inattiva visto che, in quella situazione, potevamo e dovevamo gestire meglio la situazione. Noi marchiamo a zona, ciò presuppone attenzione elevata su calci franchi. i biancorossi hanno invece esecutori dal piede vellutato come Dimas ed abbiamo pagato a caro prezzo come all’andata”. Nelle ultime quattro giornate solo un punto per i rossoblù. “Dopo aver fatto un girone di andata come il nostro è difficile poi ripetersi nel ritorno. Raggiunta la quota salvezza, inconsciamente, ci siamo rilassati. Altrimenti vanno fatto i complimenti alla prima squadra che è riuscita a raggiungere per prima la sicurezza di giocare l’anno prossimo in un campionato importante con squadre importanti”. Chiusura sul Capp e sul diesse Marino: “In paio di giorni di giorni si saprà la verità. C’è stima tra Capp e Guarascio: nulla è deciso, ma i presupposti per andare avanti ci sono. Restiamo al 70% perché vedo la stima tra tecnico e presidente e credo che si voglia continuare insieme questa esperienza. Poi ci sono delle sfaccettature che chiariranno le due parti. Il mio bilancio? E’ stata un’esperienza positiva, spero di continuarla insieme a Roberto perché ci sarebbe da divertirsi l’anno prossimo. Sono sicuro che il presidente vorrà fare le cose per bene e vorrei tanto gustarmi un campinoato fantastico contro le rivali storiche del Cosenza”. I Lupi non scioglieranno subito le righe. “Adesso giriamo pagina ed aspettiamo un po’ le decisioni del club, intanto faremo qualche amichevole in zona. Resteremo qua fino almeno a sabato e poi vedremo. Dispiace vedere il Messina in vetta: è la conseguenza di un regolamento anomalo. Con un regolamento diverso noi, il Teramo e la Casertana saremmo stati più attenti a mantenere quella posizione. Il regolamento ci ha portato a mollare un po’, per loro invece è stato il contrario. Ringrazio Ciccio Marino per il lavoro che ha fatto dall’inizio. C’erano tante situazioni da risolvere e lo ha fatto alla grande, in più ci ha aiutato molto ad ambientarci. Non so se sia ai saluti finali o meno: andrebbe chiesto a lui”. (Antonello Greco)

Related posts