Tutte 728×90
Tutte 728×90

Tour de force amministrativo per il Cosenza. Tutte le scadenze fino al primo agosto

Tour de force amministrativo per il Cosenza. Tutte le scadenze fino al primo agosto

Il 30 maggio la Covisoc darà l’ok per il pagamento dell’Iva con data 31 dicembre 2013, entro il 25 giugno bisognerà attestare i pagamenti dei tesserati al 30 aprile. Per il 30 giugno, invece, Guarascio sarà costretto a sottoscrivere la fidejussione di 600mila euro, correndo il rischio che non gli venga sbloccata la precedente di 400. In mezzo, però, tanti altri obblighi a cui adempiere per evitare sanzioni.
guarascio e quaglioGuarascio e Quaglio lavorano contestualmente all’aspetto sportivo e amministrativo
La Figc ha pubblicato il comunicato 144/A dove rende noto il Sistema delle Licenze Nazionali per l’ammissione ai Campionati Professionistici di Lega Pro 2014/2015. Si tratta, in sostanza, dei passaggi che una società deve rispettare per ottenere l’iscrizione al prossimo campionato della Lega Pro Unica. Il comunicato arriva, tra l’altro, a margine di un importante accordo raggiunto tra  l’organismo gestito da Macalli e Ghirelli e la Lega di Serie B. A fine aprile, infatti, dopo una lunga controversia si è trovata l’intesa in merito alla spartizione dei proventi relativi alla mutualità residua della Legge Melandri. Di questa fetta il Cosenza usufruirà delle briciole, in quanto interessava principalmente ai club partecipanti alla vecchia Serie C fino alla stagione 2012-2013 (paradossalmente il Cosenza 1914 ne avrebbe ancora diritto!).
Dalle parti del Sanvitino in questi giorni c’è un grande via-vai. Il campo, tuttavia, ha lasciato spazio alla burocrazia e lo staff amministrativo del Cosenza ha iniziato a lavorare per evitare spiacevoli sorprese al momento dell’iscrizione. Bisogna osservare i criteri legali ed economico-finanziari, ottenere la certificazione della Lega Pro, dimostrare di essere in regola entro il 20 giugno con i criteri infrastrutturali, sportivi ed organizzativi, più ottemperare ad un’altra (lunga) serie di adempimenti.
A stretto giro di posta, entro il 30 maggio, Guarascio e Quaglio dovranno depositare presso la Co.Vi.So.C. copia delle liquidazioni periodiche IVA relative all’anno d’imposta 2013 (quindi fino al 31 dicembre), corredate qualora sia avvenuto il pagamento dai modelli “F24” e dalle relative quietanze elettroniche o cartacee, attestante l’avvenuto assolvimento dell’IVA di cui alle predette liquidazioni.
Entro l’11 giugno sarà necessario depositare presso la Co.Vi.So.C. il prospetto contenente il rapporto PA (è il rapporto tra patrimonio netto e l’attivo patrimoniale che se necessario richederà ricapitalizzazione, ndr), sottoscritto dal legale rappresentante della società e dal soggetto responsabile del controllo contabile o dal presidente del collegio sindacale o del consiglio di sorveglianza o dal revisore unico. Il ripianamento della eventuale carenza potrà essere effettuato, entro il termine del 7 luglio 2014.
Entro il 25 giugno bisognerà depositare presso la Co.Vi.So.C una dichiarazione, sottoscritta dal legale rappresentante della società e dal soggetto responsabile del controllo contabile o dal presidente del collegio sindacale o del consiglio di sorveglianza o dal revisore unico, attestante l’avvenuto pagamento degli emolumenti dovuti, fino al mese di aprile 2014 compreso, ai tesserati, ai dipendenti ed ai collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati dalla competente Lega o l’esistenza di contenziosi allegando la documentazione comprovante la pendenza della lite non temeraria. Ci sarà tempo, invece, fino all’1 agosto per dimostrare l’avvenuto pagamento delle residue mensilità di maggio e giugno.
Ento il 30 giugno bisogna depositare presso la Co.Vi.So.C la dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante della società corredata dai modelli “F24” e dalle relative quietanze cartacee o elettroniche attestante l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef e dei contributi Inps (gestione ex Enpals) riguardanti gli emolumenti dovuti, fino al mese di aprile 2014 compreso, ai tesserati, ai dipendenti ed ai collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati dalla competente Lega. Stesso discorso per i tributi IRES, IRAP ed IVA.
Sempre entro il 30 giugno Guarascio dovrà depositare presso la Lega Italiana Calcio Professionistico l’originale della garanzia a favore della medesima Lega, da fornirsi esclusivamente attraverso fideiussione bancaria a prima richiesta dell’importo di € 600.000,00, rilasciata da Banche che figurino nell’Albo delle Banche tenuto dalla Banca d’Italia. A questo, andrà allegato anche il bilancio preventivo del budget finanziario, su base trimestrale, per il periodo di dodici mesi, compreso tra il 1° luglio 2014 ed il 30 giugno 2015. Questo passaggio è molto delicato perché, qualora il Cosenza non abbia completato il pagamento di ogni spettanza residua verso i tesserati e non si sia accolato del tutto gli oneri federali/contributivi, la vecchia fidejussione non sarà sbloccata e né sarà possibile implementarla. Il patron corre il rischio di doverne sottoscrivere una seconda ex novo e di restare fino al 31 agosto (data di scadenza della precedente e collegata direttamente al termine massimo dell’1 agosto per saldare le mensilità di maggio e giugno, ndr) con due fidejussioni ferme in Lega: la prima di 400 e la seconda di 600.
La Lega Pro sottolinea, infine, ha sottolineato come l’inosservanza anche solo di uno degli adempimenti previsti costituisce illecito disciplinare ed è sanzionata, su deferimento della Procura Federale, dagli organi della giustizia sportiva con una multa e con la penalizzazione di un punto in classifica, per ciascun inadempimento, da scontarsi nel campionato 2014/2015. (Luigi Brasi)
CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTI GLI OBBLIGHI E LE RELATIVE DATE ENTRO CUI IL COSENZA DOVRA’ METTERSI IN REGOLA

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it