Cosenza Calcio

Svolta nel mondo del calcio: abolite le comproprietà

Lo ha deciso il Consiglio Federale riunitosi a Roma. Gli ultimi calciatori del Cosenza a metà con un altro club furono i centrocampisti Ciccio De Rose e Andrea Doninelli.
doninelli2L’ex talento del Cosenza 1914 Andrea Doninelli ai tempi della Primavera del Genoa
Fine delle comproprietà. E’ svolta epocale per il calcio (mercato) italiano che così si adegua alla volontà dell’Uefa e a quanto hanno già fatto Inghilterra e Francia. Lo ha stabilito il Consiglio federale, riunito a Roma, mettendo così fine a un istituto intorno al quale anche il Fisco, dall’inizio degli Anni Duemila, aveva indagato, sollevando non pochi dubbi sulla legittimità di alcuni contratti. Dalla stagione 2014-15, ovvero dalla prossima finestra di calcio-mercato, fra i club non sarà più possibile stipulare contratti di comproprietà, ferma restando una norma transitoria che allunga di una stagione, la stagione 2014-15, i contratti di comproprietà già in corso. Lo scorso inverno, Michel Platini aveva detto: “Le comproprietà inibiscono la volontà di un calciatore di scegliere il suo destino. Agente e opachi investitori determinano patti e scelte. E’ ora di dire basta”. Appunto. Abete ha detto che è una decisione imposta dalla stessa FIGC, visto che non tutte le società erano d’accordo. Il massimo esponente del calcio italiano ha poi dichiarato a Sportmediaset che “nei prossimi mesi verrà fatto un censimento” sulle compartecipazioni ancora vigenti, ma è “evidente l’atipicità di questo istituto nel quadro normativo europeo, e anche in quello fiscale. Le comproprietà non saranno più possibili”. All’annuncio di questa grande novità segue quello delle date delle due “finestre” di mercato: dall’1 luglio all’1 settembre quella estiva e dal 5 gennaio al 2 febbraio quella invernale. Per quanto riguarda il Cosenza, ad oggi non figurano calciatori in compartecipazioni con altri club. Gli ultimi atleti che Via degli Stadi, all’epoca del 1914, ebbe in compartecipazioni con altri club furono Ciccio De Rose e Gatano Ungaro con la Reggina e Andrea Doninelli con il Genoa. Correva la stagione 2010-2011. Nel Consiglio Fedrale, intatto, si è discusso anche di altro. Per giovedì prossimo il presidente Abete ha convocato una riunione fra tutte le Componenti interne per discutere del progetto di riforma dei Campionati. In questa ottica, il Consiglio ha approvato una norma transitoria in base alla quale le modifiche dell’ordinamento dei Campionati nonché i criteri di promozione e retrocessione, deliberati entro il 30 settembre prossimo, andranno in vigore nella stagione sportiva 2015/2016 (art. 50 delle NOIF). Sempre a proposito di NOIF, è stato aggiornato l’art. 22bis in linea con lo Statuto CONI in tema di “Disposizioni per la onorabilità”. Per il settore professionistico, i criteri e le procedure di ripescaggio, infine, prendono come sempre in considerazione tre voci: classifica finale dell’ultimo campionato (50%); tradizione sportiva della città (25%); numero medio degli spettatori dalla stagione 2008/2009 alla stagione 2012/2013 (25%). (co. ch.)

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina