Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, chi ben comincia… è solo all’inizio!

Cosenza, chi ben comincia… è solo all’inizio!

I rossoblù hanno piazzato due mosse che lasciano sperare per il meglio tutti i tifosi dei Lupi. Qulle che seguiranno nel breve e nel lungo periodo saranno ancora più determinanti.
ultras esultano a casertaI tifosi del Cosenza sperano per il meglio. Il prossimo torneo sarà emozionante
Un noto adagio richiama alla coscienza dei più la necessità di intraprendere qualsiasi opera nella maniera migliore possibile, non fosse altro per non dover poi, cammin facendo, correggere troppe volte la rotta. In effetti, valutando le prime mosse del presidente Guarascio per la nuova stagione, l’inizio sembrerebbe dei migliori, anzi, il migliore possibile. Di base due motivazioni ben precise ci inducono ad affermare ciò: innanzitutto la riconferma sulla panchina del Roberto Cappellacci e, successivamente, la nomina a nuovo ds di Mauro Meluso, cosentino di nascita, uomo di calcio per professione. Partiamo dalla riconferma di Cappellacci: al di là della durata del nuovo contratto, aver deciso di riconfermare il tecnico della passata stagione per altri due campionati è segno di lungimiranza e acume per diversi motivi. Primariamente il Capp conosce ormai bene il Cosenza e la sua tifoseria, circostanza questa di non poco conto visto che almeno non avrà bisogno di ambientarsi e già conosce come e cosa ruota intorno al pianeta calcio dalle nostre parti, e poi, circostanza ancor più significativa, la riconferma del tecnico ci induce a ritenere che ampie garanzie dal punto di vista tecnico ed organizzativo avrà avuto da Eugenio Guarascio. E qui si innesta la questione Meluso: la scelta del ds, già a stretto contatto con il Capp, è evidentemente scelta dettata anche dai confronti avuti con il tecnico rossoblù e che sottolinea come questa società sembrerebbe orientata ad una progettualizzazione orientata e finalizzata ad uno scopo preciso. Il preludio, quindi, della nuova stagione sembrerebbe essere dei migliori, considerato altresì che, rispetto alle passate decisioni, questa sembra finalmente essere giunta con tempi e modalità adeguate al mondo convulso e velocissimo del calcio moderno. Ma è solo un preludio, un ingresso che necessariamente deve condurre ad una trama sviluppata dignitosamente, con un finale, si spera, in crescendo. I prossimi passi saranno ancor più importati di quelli sino ad ora compiuti: riassetto societario, definizione degli obiettivi e dei mezzi con i quali si perseguiranno, nel breve (il campionato) e nel medio-lungo termine (settore giovanile e stadio). Dalla fine del campionato abbiamo posto alcune domande al presidente Guarascio il quale ha iniziato minimamente a risponderci con i fatti ma ancora tanti quesiti restano aperti ed allora, sempre in attesa di un cortese riscontro, le riproponiamo ad uso e consumo di che se ne vorrà avvalere, indicando, strada facendo, le risposte ottenute. (Antonio Pallo)
1) Quale progetto industriale, nella sua applicazione legata al mondo del calcio, ha intenzione di perseguire questa società?
2) Se un tale piano esiste, quali investimenti ed in quali settori verranno realizzati?
3) Con quale struttura manageriale si provvederà ad attuare tale progetto?
4) In questo progetto quali obiettivi sportivi intende perseguire il Cosenza Calcio e con quale scansione temporale?
5) A chi verrà affidata, sul piano tecnico ed operativo, la realizzazione di tale progetto tecnico e con quale prospettiva di continuità? (Cappellacci e Meluso)
6) Nel suddetto piano industriale, quale sarà il posto dedicato alla creazione ed al potenziamento del settore giovanile?
7) Con quali risorse economiche ed umane e con quali strutture si intenderà portare avanti il progetto settore giovanile?
8) Quale strategia intende adottare questa società per riavvicinare il tifoso allo stadio San Vito e di conseguenza alla squadra del cuore?
9) Con quale formula si intenderà regolare i rapporti con l’amministrazione comunale per l’utilizzo degli impianti sportivi e quanta parte del progetto verrà dedicata alla ristrutturazione dello stadio San Vito?

Related posts