Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza tra le aventi diritto a partecipare alla Tim Cup

Cosenza tra le aventi diritto a partecipare alla Tim Cup

In Lega Pro sono in tutto 27 e scenderanno in campo nel primo turno che si disputerà il prossimo 10 agosto. I rossoblù hanno staccato il pass arrivando quarto in classifica.
calderini col tuttocCalderini in azione in un match disputato in notturna contro il Tuttocuoio (foto mannarino)
La Lega Pro – in riferimento al regolamento della Coppa Italia TIM CUP 2014/2015 ed alle classifiche ufficiali al termine della stagione sportiva 2013-2014 – ha reso noto che parteciperanno ventisette società della Lega Pro di cui tredici di Prima Divisione, le due finaliste di Coppa Italia Lega Pro, otto di Seconda Divisione e le quattro società retrocesse dalla Serie B (in base ai criteri a suo tempo approvati dal Consiglio Direttivo di Lega). Per ciò che concerne la Prima divisione, il regolamento prevede che siano ammesse tredici club – sei per ogni girone – classificate dal terzo all’ottavo posto, dopo l’effettuazione dei Play-off, più la meglio classificata in successione tra i due gironi. In relazione alla diversa composizione numerica dei gironi si tiene conto del miglior coefficiente determinato dal rapporto tra il punteggio conseguito ed il numero di gare disputate. Nel Girone A si tratterebbe quindi di: Sudtirol, Cremonese, Savona, Vicenza, Albinoleffe e Como. Mentre nel Girone B di: Lecce, Pisa, Benevento, Catanzaro, L’Aquila, Pontedera. Per quanto riguarda la miglior nona sarebbe la Salernitana, la quale ha un coefficiente più alto rispetto alla FeralpiSalò ma – e qui entriamo nel campo dell’ipotesi – i granata (come vediamo qui sotto) sono già qualificati grazie alla disputa della finale di Coppa Italia Lega Pro, quindi non tutto potrebbe essere perduto per i “Leoni del Garda”. L’ultima parola spetterà comunque al Consiglio Direttivo di Lega. Accedono quindi anche le due finaliste di Coppa Italia di Lega Pro Monza e Salernitana (uniche menzionate dal comunicato ufficiale di Lega e quindi, allo stato attuale, certe della qualificazione). In Seconda divisione, invece, il regolamento prevede che siano ammesse le otto società  classificate dal primo al quarto posto di ogni girone. Essendo – come detto – la società Monza classificata al quarto posto e finalista di Coppa Italia Lega Pro, viene ammessa la società classificata al quinto posto del medesimo girone. Nel Girone A si tratterebbe quindi di: Bassano, Renate, Alessandria, Santarcangelo. Mentre nel Girone B di: Messina, Casertana, Teramo, Cosenza. Ci sono anche i club retrocessi dalla B: Novara, Juve Stabia, Padova e Reggina. Le eventuali società che saranno escluse dalla TIM CUP, perché non ammesse al campionato di competenza, verranno sostituite con delibera del Consiglio Direttivo di Lega. Si partirà il 10 agosto prossimo. 

Related posts