Tutte 728×90
Tutte 728×90

Tra le avversarie del Cosenza ancora tre panchine da assegnare

Tra le avversarie del Cosenza ancora tre panchine da assegnare

Casertana, Reggina e Foggia (Colucci è a un passo) non hanno ancora deciso. Otto club hanno scelto di voltare pagina, mentre nove hanno fatto come Guarascio con Cappellacci.
colucci leonardoLeonardo Colucci è a un passo dal diventare il nuovo allenatore del Foggia
In quello che dovrebbe essere il girone più meridionale della Lega Pro qualora Macalli e Ghirelli decidessero di suddividere le sessanta squadre secondo i criteri di territorialità, non sono state assegnate ancora tutte le panchine, anche se soltanto a Foggia, Caserta e Reggio Calabria la decisione definitiva sembra essere ancora non a portata di mano. Ma vediamo nel dettaglio come si presenta la situazione a sei giorni esatti dall’inizio ufficiale della nuova stagione. In Campania la Salernitana si è affidata ad un nome grosso: Mario Somma non è tipo che si accontenta e vuole tornare immediatamente tra i cadetti con Lotito che lo sta accontentando sul mercato. Anche la Juve Stabia non ha intenzione di restare a lungo in Prima divisione, ma si è affidata all’esordiente Pippo Pancaro. La Paganese è andata sul sicuro. Stefano Cuoghi conosce bene la categoria e i modi per condurre in porto un campionato tranquillo. Ad Ischia invece le acque sono agitate. La società è scossa da mille problemi e Antonio Porta attende di conoscere il suo futuro che è strettamente legato all’iscrizione in Lega Pro. Se Giovanni Bucaro ha raccolto il testimone di Vincenzo Feola per guidare il Savoia, a Caserta ancora non è stato scelto l’allenatore. Ne sono stati contattati forse quindici (tra questi Marra, Campilongo, Costantino e perfino Zeman!), ma la decisione slitta giorno dopo giorno nonostante un mercato partito alla grande con diversi colpi da categoria superiore. Nessun problema invece a Benevento dove Fabio Brini è stato riconfermato. In Calabria i problemi più grossi li ha Reggina. Foti sta cercando di trovare il modo di venire a capo dei problemi amministrativi e non ha ancora all’aspetto tecnico. A Cosenza Guarascio ha blindato Roberto Cappellacci con un biennale, a Catanzaro si aspetta il primo luglio per ufficializzare Checco Moriero, mentre a Lamezia il ds Maglia ha dato una chance ad Alessandro Erra. Dall’altra parte dello Stretto il Messina, unica siciliana ai nastri di partenza, ha inchiodato Gianluca Grassadonia alla panchina dopo l’exploit della scorsa stagione. In Basilicata il Matera ha scelto Gaetano Auteri, il Melfi ha confermato Leonardo Bitetto. In Puglia soltanto il Lecce ha deciso di puntare ancora, dopo la delusione della finale playoff, su Franco Lerda. Il Barletta ha affidato l’incarico a Marco Sesia, il Foggia non ha rotto gli indugi e sta cercando la soluzione migliore. In Abruzzo Vincenzo Vivarini è intoccabile a Teramo, così come Giovanni Pagliari a L’Aquila. Chiude il quadro la Lupa Roma: Alessandro Cucciari si è guadagnato sul campo la riconferma dopo la promozione della D. (Luca Sini)

Barletta: Marco Sesia (nuovo)
Benevento: Fabio Brini (confermato)
Casertana: –
Catanzaro: Francesco Moriero (nuovo, sarà annunciato l’1 luglio)
Cosenza: Roberto Cappellacci (confermato)
Foggia: –
Ischia: Antonio Porta (confermato)
Juve Stabia: Giuseppe Pancaro (nuovo)
L’Aquila: Giovanni Pagliari (confermato)
Lecce: Franco Lerda (confermato)
Lupa Roma: Alessandro Cucciari (confermato)
Matera: Gaetano Auteri (nuovo)
Melfi: Leonardo Bitetto (confermato)
Messina: Gianluca Grassadonia (confermato)
Paganese: Stefano Cuoghi (nuovo)
Reggina: –
Salernitana: Mario Somma (nuovo)
Savoia: Giovanni Bucaro (nuovo)
Teramo: Vincenzo Vivarini (confermato)
Vigor Lamezia: Alessandro Erra (nuovo)

Related posts