Tutte 728×90
Tutte 728×90

Iscrizione alla Lega Pro, fioccheranno le penalizzazioni

Iscrizione alla Lega Pro, fioccheranno le penalizzazioni

I 59 club aventi diritto a presentare la domanda hanno fatto quanto richiesto da Firenze. In molti casi, però, mancano la fidejussione o lo stadio non ha ricevuto le autorizzazioni necessarie. Altre società, invece, non hanno chiuso i conti con i calciatori del passato.
pallone legapro
Tutte le 59 squadre che avevano diritto a presentare la domanda d’iscrizione in Lega Pro hanno regolarmente inviato l’incartamento presso la segreteria della Lega Pro. Quasi tutti hanno preferito mandare i propri uomini a Firenze per non incappare in qualche scherzo da parte del web. Se qualcuno non avesse presentato domanda avrebbe automaticamente sancito la propria esclusione. Il problema è che una piccola percentuale di club non ha corredato il tutto con gli incartamenti richiesti dal presidente Macalli e dal direttore generale Ghirelli. L’Ischia, ad esempio, non ha fatto in tempo a produrre la fidejussiuone, cosa che pare non abbia fatto pure il Melfi. In più entrambe le formazioni hanno problemi legati all’utilizzo degli impianti di gioco al pari della Casertana e del Savona. Ci sono formazioni che invece non sono riuscite a produrre le liberatorie dei calciatori, altre invece che hanno grossi problemi con tesserati delle vecchie stagioni. La Reggina di Lillo Foti ne è un esempio lampante. L’iter burocratico prevede che venerdì 11 luglio la Covisoc renderà noto, dopo l’esame di tutti gli adempimenti previsti dal Sistema delle Licenze Nazionali, l’elenco ufficiale dei club ammessi al campionato 2014-2015. Entro il termine perentorio di martedì 15 luglio andranno presentati gli eventuali ricorsi delle società escluse dopo la prima verifica. Venerdì 18 luglio sarà il Consiglio Federale a comunicare in modo definitivo l’organico ufficiale della Serie C unica. Insomma, le penalizzazioni fioccheranno al pari degli altri anni. (Salvatore Mannarino)

Related posts