Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pallavolo, Cosenza insiste con Nacci. Ma le alternative non mancano

Pallavolo, Cosenza insiste con Nacci. Ma le alternative non mancano

Zuccotti: “Sarebbe lieto di venire da noi, stiamo lavorando”. Valide le piste che portano a Iurisci, Draganov e Del Federico. Ingaggiato Aprea, si tratta con Cannistrà, Smiriglia e Testagrossa.
cosenza-bergamo 0-3Una fase del match disputato dalla De Seta Casa contro Bergamo nei playoff (foto mannarino)
La De Seta Casa Cosenza continua a programmare il proprio futuro, in attesa di scegliere l’allenatore più idoneo a cui affidare la panchina. Incassato il no di Torchia, la pista principale è sempre Vincenzo Nacci che però a breve sarà impegnato col Venezuela ai Mondiali di Volley. Salterebbe la prima parte di preparazione, cosa che però in casa rossoblù sembra preoccupare relativamente. “Con Nacci i contatti vanno avanti, non c’è stato alcun no da parte del mister ed anzi sarebbe lieto di venire a Cosenza ma l’unico intoppo è legato agli impegni internazionali che lo terrebbero lontano dalla squadra sia a settembre che a novembre e proprio su questo stiamo lavorando” ha spiegato il direttore sportivo Teri Zuccotti dalle colonne del Garantista. Non mancano, tuttavia, le alternative. I nomi trapelati portano essere l’ex Corigliano Iurisci, al bulgaro Draganov che ha un passato al Sant’Antioco e all’argentino Horacio Del Federico, con buoni trascorsi in A2 con Monza e Genova. In più è stato forgiato da un’ulteriore esperienza al Lokomotiv Baku in Azerbaijan. Per ciò che concerne il mercato, qualche giorno fa è stato ufficializzato da Trento il regista Aprea, ma non è escluso che torni a Cosenza anche lo schiacciatore Astarita. Già ingaggiato l’opposto Cannistrà, va completato il roster. La società ha dato mandato a Zuccotti di imbastire le trattative per i rinnovi contrattuali di Smiriglia e Testagrossa, mentre saranno di sicuro aggregati in prima squadra Canonaco, Guerrazzi, Longo, Mirabelli: tutti validi giovani provenienti dal vivaio. Saluta il gruppo, infine, lo schiacciatore Garofalo: ha deciso di trasferirsi a Spoleto, in B2, dopo che il club umbro ne ha acquistato il cartellino. (co. ch.)

Related posts