Tutte 728×90
Tutte 728×90

Giovani con buona qualità, è cambiato il mercato del Cosenza

Giovani con buona qualità, è cambiato il mercato del Cosenza

Le prime settimane di luglio hanno evidenziato come Meluso cerchi ragazzi cresciuti nelle Primavere del nord anziché under forgiati nelle infuocate categorie dilettantistiche del meridione.
allenamento tappetini norciaUna seduta di allenamento nel ritiro di Norcia agli ordini del professor Bruni, qui di spalle
Direttive chiare e operazioni fedeli alle linee guida impartite dalla società. La prima parte di mercato del Cosenza si è sviluppata in un’unica direzione: dare allo spogliatoio del San Vito una ventata di freschezza. Le strategie di Meluso si sono delineate in un batter d’occhi e le prime operazioni ne sono la chiara testimonianza. Via degli Stadi non ha fatto mistero, per bocca del presidente Guarascio, di voler godere degli incentivi federali sull’utilizzo degli under, cosa che permetterà al patron di ammortizzare i costi della stagione. Questo ha spinto il direttore sportivo a completare operazioni studiate a tavolino, per cui aveva imbastito le trattative già nella settimana conclusiva di giugno. Il ds ha tesserato degli elementi che spera portino al San Vito un discreto tasso tecnico. Anziché puntare sull’esperienza, il Cosenza investirà quindi le proprie fiches sulla voglia di imporsi dei vari Zanini, Sassano e Tortolano. La differenza col passato è netta, perché si è scelto di voltare pagina. Non più ventenni provenienti dalla D che hanno forgiato le proprie ossa nelle calde categorie dilettantistiche meridionali, bensì rampolli cresciuti nelle Primavere del nord. Qualità anziché quantità: una scommessa, come del resto sarebbe stato il contrario. Per molti sarà un’esperienza diversa, che potrà temprare il loro carattere in occasioni dei derby in programma da settembre in poi. Una situazione nuova anche per i tifosi rossoblù che al Sanvitino sentiranno mescolarsi tanti. (Luca Sini)

Related posts