Tutte 728×90
Tutte 728×90

Ravaglia: “Cosenza, proverò a non farti rimpiangere Frattali”

Ravaglia: “Cosenza, proverò a non farti rimpiangere Frattali”

Il portiere dei Lupi ricorda l’esordio in Serie A: “Emozione indescrivibile, Klose mi chiese anche la maglia. Sono in rossoblù per poter tornare nel massimo campinoato”.
ravaglia e saracco in ritiroIl preparatore dei portieri Orlandi allena Umberto Saracco e Nicola Ravaglia tra i pali
Nicola Ravaglia ha conosciuto la Serie A, sa pertanto cosa significa esprimersi a certi livelli. Dopo Pierluigi Frattali il Cosenza non poteva affidarsi ad un portiere qualsiasi, ma aveva bisogno di blindare i pali della porta come avvenuto nell’ultima stagione. In estate il nuovo pipelet rossoblù ha firmato un contratto con il Parma, che poi lo ha girato in prestito ai calabresi. “Non ho avuto molti tentennamenti – spiega dalle colonne della Gazzetta del Sud – Conoscevo la storia e il blasone della piazza. Ho accettato il progetto del direttore Meluso perché l’ho ritenuto interessante. Anche il ds del Parma, Leonardi mi ha consigliato di scendere a Cosenza. Ho accettato con entusiasmo e raccolto questa nuova sfida. Mi impegnerò per non fare rimpiangere Frattali e chissà che questa piazza non sia il trampolino giusto per tornare a giocare in A. Ora voglio godermi il “San Vito”. I miei nuovi compagni mi hanno riferito che si tratta di uno stadio imponente e molto caloroso”. A proposito di Serie A, impossibile non soffermarsi sulle sensazioni provate nel torneo 2011-2012. “Certi ricordi non li dimenticherò mai. Il debutto è stato il coronamento di un sogno, un’emozione unica. Ho esordito al “Manuzzi” in un anticipo serale contro il Napoli. Abbiamo perso, ma feci una buona prestazione. L’altro aneddoto indelebile è legato alla sfida casalinga con la Lazio. Su Klose feci due interventi importanti e il centravanti tedesco a fine partita venne da me per scambiare la maglia”. A Norcia è stato preso in consegna dal preparatore dei portieri Federico Orlandi. “Prima di iniziare il ritiro, conoscevo soltanto Sacha Cori perché con lui avevo svolto un ritiro ai tempi del Cesena. Condivido la stanza con Magli, ma sto approfondendo il rapporto con tutti i compagni. Ho trovato un gruppo di ragazzi perbene e motivato. Ci stiamo allenando con grande intensità in attesa di cominciare ufficialmente la stagione. Con il tempo capiremo anche il nostro valore. Adesso è il momento di sostenerci a vicenda e trovare l’affiatamento e la condizione migliore. Cappellacci? Me ne avevano parlato bene, sto notando che è un tecnico molto preparato”. (Luigi Brasi)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it