Tutte 728×90
Tutte 728×90

Calderini e la nuova vita da punta: “Per me è importante migliorare sotto porta”

Calderini e la nuova vita da punta: “Per me è importante migliorare sotto porta”

Nel Cosenza di Cappellacci è un jolly per l’intera prima linea, ma il tecnico lo sta alternando con Cori al centro dell’attacco: “Dobbiamo salvarci il prima possibile e fare bene col Catanzaro”.
calderini petto nudoElio Calderini nell’ultimo match disputato al San Vito contro il Teramo (foto mannarino)
E’ stato il protagonista della prima uscita stagionale dei rossoblù. Elio Calderini ha siglato una tripletta con cui ha dimostrato a tutti di non voler essere secondo a nessuno. Al suo secondo anno in maglia rossoblù culla l’ambizione di poter giocare più partite da titolare in modo da poter mettere in mostra le sue qualità. Radio mercato lo aveva inserito tra i possibili calciatori borderline, ma ad oggi non si registrano movimenti in uscita. “Ho avuto proposte da altre squadre – spiega dalle colonne della Gazzetta del Sud – ma Cosenza è stata la mia priorità. Questa per me è una seconda casa, è un ambiente che mi ha subito stregato. Anche se altrove avrei potuto guadagnare qualcosa in più preferisco restare perché solo quando sei libero mentalmente riesci a dare il massimo”. Dicevamo del primo test infrasettimanale, Calderini però minimizza. “La partita è poco indicativa. Era importante dimostrare impegno e corsa. Ricoprendo il ruolo di punta per me era importante cercare di migliore sottoporta”. Nell’idea tattica di Cappellacci si giocherà una maglia con Cori, l’altro centravanti, in attesa del rientro di De Angelis. Una volta tornato a pieno regime anche l’attaccante campano, Calderini potrebbe diventare il vero jolly del pacchetto avanzato. Gli obiettivi, tuttavia, sono chiari. “Bisogna pensare alla squadra. Spero che il Cosenza riesca a raggiungere presto la salvezza e che faccia bene nei derby, soprattutto quelli con il Catanzaro, perché sappiamo quanto i nostri tifosi ci tengano. Il mio bel rapporto con i tifosi? Credo sia dovuto in parte al fatto che in campo ho sempre dato il massimo anche quando non ho giocato molto. Questo è stato apprezzato da parte dei sostenitori. Mi ritengo un bravo ragazzo. Faccio amicizia subito con tutti e credo che anche questo abbiamo contribuito a favorire questo rapporto”. (co. ch)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts