Tutte 728×90
Tutte 728×90

Ribaltone a Salerno: via Somma, ufficiale Menichini

Ribaltone a Salerno: via Somma, ufficiale Menichini

Tifosi in rivolta contro la decisione di Lotito che ha annunciato il nome del nuovo allenatore dopo la bufera delle ultime ore. Alla base dell’esonero incomprensioni tattiche e sui big.
somma marioL’ex allenatore di Cosenza e ora anche della Salernitana Mario Somma ai tempi del San Vito
Mario Somma e la Salernitana si dicono addio a tredici giorni esatti dalla partita in programma contro il Cosenza che rappresentava molto per l’allenatore e per i tifosi granata. Somma passò sulla panchina del San Vito in un’annata maledetta dove non potè dimostrare il suo valore, i granata sono divisi dai rossoblù da una rivalità antica. In Campania lo strappo – scrive solosalerno.it – si è consumato pian piano, fin dal 16 giugno, giorno della sua presentazione ufficiale. Anzi, già il 1 giugno il trainer pontino avrebbe voluto portare con sé una serie di collaboratori e fu posto un veto a preparatore atletico e vice (Ferrara), poi in extremis rientrato nel computo come collaboratore tecnico. Poi la questione ritiro: “Non so nemmeno dove andiamo, nè quando partiamo”, dichiarò l’ormai ex allenatore granata a qualche ora dall’ufficializzazione della sede di Pizzoferrato. Che, dopo un sopralluogo dello staff tecnico, fu bocciata con tutti gli annessi e connessi. E ancora il mercato, gli obiettivi mancati, qualche divergenza, e alcuni nuovi esperimenti tattici e individuali che forse non sono piaciuti a qualcuno. Ieri pomeriggio lo strappo lampo dopo una telefonata tra Lotito e tecnico: confermati i motivi scatenanti dell’attrito, ovvero le gestioni di alcuni big e del modulo tattico. Pare che l’esclusione di Mounard (in un certo qual modo avallata da Fabiani con dichiarazioni ben precise nel post Alessandria), la posizione di Foggia in gruppo, quella di Mendicino in campo e il dover relegare ai margini un giocatore come Volpe. Vista la non disponibilità di Somma a cambiare strada, a correggere il tiro, e con i precedenti pure delle “intemperanze” del mister poco gradite Lotito si sarebbe convinto. Somma avrebbe chiamato alcuni calciatori ieri, alcuni per i ringraziamenti e i saluti, altri pare per le accuse. “Mi avete fatto cacciare”, avrebbe detto ad alcuni sopraffatto dalla tristezza. Invano il tentativo di Fabiani di poter aggiustare le cose, stoppato in partenza dalla potenza del fulmine. Indispettita, ed è un eufemismo, la tifoseria granata che nelle ore successive all’indiscrezione si è mobilitata sul web, prendendo d’assalto soprattutto la pagina Facebook ufficiale della Salernitana. La maggior parte dei commenti dei tifosi sono sgradevoli insulti, ma il messaggio comune è unico e ben chiaro: Mario Somma deve restare. Il tecnico originario di Latina è infatti difeso in tutti i commenti posti sul web e sul social network più popolare della rete è nata anche una pagina, “SOMMAnonsitocca”, con relativo hashtag. Lotito, per tutta risposta, ha pubblicato sul sito ufficiale del club la seguente nota: “L’U.S. Salernitana 1919, preso atto della situazione venutasi a creare in seno alla conduzione tecnica della prima squadra e in attesa di determinazioni dell’allenatore fino ad ora non pervenute, le quali saranno oggetto di attenta valutazione nei prossimi giorni, comunica che Mario Somma a partire dalla data odierna non è più l’allenatore della Salernitana. La Società, al fine di tutelare e garantire continuità al progetto tecnico, comunica altresì di aver affidato la guida della prima squadra al Sig. Leonardo Menichini per l’attuale stagione sportiva“. Menichini è un nome molto conosciuto in Calabria per aver difeso i colori del Catanzaro tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80 e per essersi accomodato sulla panchina del Crotone qualche stagione fa. Dal comunicato, inoltre, si deduce che Somma ancora non ha firmato alcuna dimissione. (co. ch.)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts