Tutte 728×90
Tutte 728×90

De Angelis: “Cosenza, ti presento i miei Lupacchiotti”

De Angelis: “Cosenza, ti presento i miei Lupacchiotti”

Il tecnico della Berretti spiega: “Chi fa parte del gruppo conosce il valore della casacca rossoblù e sa cosa significa indossarla. Se Meluso lo ritiene opportuno, la domenica sarei a disposizione per osservare gli avversari della prima squadra”. Ecco l’organico in ritiro ad Altomonte.
de angelis e occhiuzziDe Angelis ed Occhiuzzi, tecnici delle formazioni Berretti e Allievi (foto mannarino)
“Allenare i piccoli Lupi per me è il massimo. Ho iniziato da Cosenza e al Cosenza devo tanto se ho fatto carriera”. Stefano De Angelis, 40 anni lo scorso 23 maggio ed 88 presenze in B sulla corsia sinistra del San Vito, non dimentica il passato e parte proprio da lì per raccontare un presente su cui punta tantissimo. E’ il nuovo allenatore della Berretti rossoblù ed ha accettato una sfida difficile perché dalle macerie dello scorso campionato, in cui il vivaio fu umiliato da scelte incomprensibili, dovrà formare i calciatori del domani. “E’ l’anno zero per tutte le categorie del settore giovanile ed è scontato che si debba fare sempre meglio – spiega – Nel periodo estivo non ci siamo fermati un attimo, abbiamo visionato centinaia di talenti in erba puntando sulla cosentinità. Chi fa parte del nostro gruppo è consapevole del valore che rappresenta indossare la casacca rossoblù ad ogni livello”. Rispetto agli anni scorsi si è avviato un discorso di collaborazione con le varie scuole calcio della provincia. “E’ vero ed abbiamo trovato le porte aperte dappertutto. Durante i provini abbiamo focalizzato l’attenzione dai ’97 ai 2000 e devo dire la verità che anche i gestori speravano scegliessimo qualcuno dei loro”. Il ritorno di De Angelis al Cosenza è stato fortemente voluto Enzo Patania. “Un paio di mesi fa, quando lavoravo come osservatore per la Roma, capitò spesso di ritrovarmi in tribuna con lui e da subito siamo entrati in sintonia. Da qui il feeling con la società, col presidente Guarascio e col ds Meluso”. A proposito di Meluso, il direttore sportivo disse in fase di presentazione che avrebbe voluto qualcuno da sguinzagliare sui campi del meridione per sbirciare da vicino gli avversari. “Se il direttore lo ritennesse opportuno sono a disposizione – continua De Angelis – Con la Berretti giochiamo di sabato, non mi peserebbe la domenica girare gli stadi del sud per rendere un servizio utile alla prima squadra”. Il campionato di competenza prenderà il via a metà settembre, ma i Lupacchiotti hanno disputato già un paio di amichevoli (brillante la vittoria 2-1 sulla Paolana, ndr) e sono in ritiro ad Altomonte. Nel primo giorno di lavoro è toccato al patron Guarascio augurare le migliori fortune a tutti i calciatori. “Sono soddisfatto – chiude il tecnico – Ho del materiale importante su cui lavorare e noto giorno dopo giorno la voglia di emergere di ogni ragazzo. In ritiro abbiamo portato ’96, ’97 e ’98, ma nell’ottica di un progetto a lunga gittata in futuro potremmo pensare anche di scendere in campo sotto età. Se parlerò con loro di tattica? Certamente, al momento giusto ognuno di loro dovrà farsi trovare pronto per la “chiamata” giusta. Il campionato Berretti sarà emozionante ed il livello tecnico paragonabile quasi ad una serie D, almeno per i migliori elementi”. Di seguito l’elenco dei calciatori in ritiro con il Cosenza. (cosenzachannel.it)

PORTIERI
Puterio (’97)
Pizzino (’97)
Bellancia (’98)
DIFENSORI
Montagnese (’97)
Bilotta (’97)
Arlia (’97)
Cristofaro (’97)
Pizzuto (’96)
Licciardi (’96)
Aloise (’97)
De Rose (’97)
Greco (’97)
CENTROCAMPISTI
Gaudio (’98)
Falbo (’97)
Chidichimo (’97)
Costabile (’97)
Canonaco (’97)
Sidoti (’97)
ATTACCANTI
Reda (’96)
Nigro (’96)
Fabbricatore (’97)
Prete (’97)
Cortese (’97)
Trombino (’97)
Perrotta (’96)
Chiappetta (’97)

Related posts