Tutte 728×90
Tutte 728×90

Menichini denuncia: “Il Cosenza ha avuto poche occasioni e ci ha picchiato”

Menichini denuncia: “Il Cosenza ha avuto poche occasioni e ci ha picchiato”

Al tecnico della Salernitana non sono andati giù gli interventi maschi dei rossoblù. “Alla mia squadra non rimprovero nulla, i calabresi nel secondo tempo cercavano solo di tenere palla”.
menichini salernitanaIl tecnico dei granata Menichini in panchina all’Arechi (foto Maffia – solosalerno.it)
Sognava di andare a letto con tre punti in tasca, si ritroverà a fare i conti con una quadratura del cerchio ancora tutta da trovare e soprattutto con un organico bisognoso ancora di diversi puntelli. Mastica amaro Leonardo Menichini per la falsa partenza della sua Salernitana, bloccata all’Arechi dal Cosenza: “Abbiamo raccolto meno di quanto seminato, meritavamo di vincere. Ci tenevamo a fare una grande prestazione davanti al nostro pubblico, abbiamo preso gol su una delle pochissime azioni del Cosenza. Dobbiamo migliorare nel giro palla, loro perdevano tempo, nel secondo tempo cercavano solo di tenere palla e di chiudere tutti gli spazi. Anche in superiorità numerica è stato difficile riuscire a scardinarli, siamo andati sugli esterni più velocemente, abbiamo cercato azioni di sfondamento per creare palle gol che abbiamo avuto ma non abbiamo sfruttato”. Ancora tutti da perfezionare i meccanismi offensivi: “Tutti hanno fatto un’ottima partita. Chiaro ci sia da migliorare come collettivo e come condizione atletica, lavoro qui da 10 giorni. I ragazzi hanno lottato, hanno buttato il cuore oltre l’ostacolo, purtroppo ci è mancato solo il gol. Ho inserito Giandonato perché speravo in un gol da fuori, ha tiro. Dopo il loro pari ci hanno messo in apprensione, ma non posso rimproverare nulla ai miei giocatori. Gabionetta ha preso una botta al polpaccio, per questo mi ha chiesto il cambio. Il Cosenza ha giocato un calcio fisico, ci ha picchiato”. Anche in difesa c’è qualcosa da migliorare: “Alcune volte portavamo troppo la palla con i difensori, non deve accadere, il difensore se pressato deve lanciare avanti o darla al centrocampista. Gori? Non so se poteva fare meglio sul gol subito, tutti potevano fare meglio. Dovevamo saltare prima ma ora è inutile recriminare. Prestazione di Pestrin ampiamente sopra la sufficienza, ha lottato, gestito, creato. Calil? Viene a prendersi palla fuori area, apre il gioco ma sa anche stare in area di rigore.” Capitolo mercato. Menichini non si sbottona ma lascia intendere di aspettare ancora qualche sorpresa dal mercato: “Manca il centravanti? Io alleno i giocatori che ho a disposizione, la società sa quello che può servire. Vediamo cosa succede sul mercato. Per l’attacco dobbiamo essere più presenti in area, abbiamo messo tante palle e siamo stati sfortunati a non concretizzare. Crisi di rigetto per qualche calciatore? Mi sarebbe piaciuto lavorare con più tempo a disposizione, ma son qui e c’è da rimboccarsi le maniche e lavorare con grande entusiasmo. Il campionato è molto difficile, vedi Lecce, più siamo competitivi meglio è. Non ho sentito i fischi del pubblico. Negro? Non so se arriverà, chiedetelo alla società”. (Mauro Mazzarella – solosalerno.it)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts