Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, nessuna operazione in entrata. Ecco perché

Cosenza, nessuna operazione in entrata. Ecco perché

Meluso era a Milano per cercare un’occasione che facesse al caso dei Lupi, ma ha evitato di tesserare dei calciatori tanto per fare numero. Inoltre bisognava tenere conto di alcuni fattori…
meluso a salernoIl ds Mauro Meluso sul rettangolo verde dell’Arechi di Salerno (foto mannarino)
Nessuna situazione che rientrasse nei parametri del Cosenza e che potesse concretamente alzare il tasso di qualità della rosa a disposizione di Cappellacci. Questi i motivi che hanno spinto la società e il ds Meluso a non compiere operazioni in entrata nell’ultimo giorno di mercato nonostante ieri il direttore sportivo rossoblù si sia recato di buon ora a Milano. Da quanto trapelato negli ultimi giorni a Via degli Stadi, dopo il tesseramento del terzino destro Ciancio il budget per la campagna acquisti messo a disposizione del patron era stato leggermente sforato. Ciononostante Cappellacci in sala stampa sabato mattina aveva sottolineato come il presidente a suo avviso non si sarebbe tirato indietro davanti ad un’occasione allettante. La stessa, però, non si è presentata e i Lupi hanno preferito restare così. Meluso era salito a Milano con l’intenzione di scandagliare il mercato per capire se esistesse la possibilità di regalare al tecnico di Tortoreto un centrocampista con le qualità richieste (muscoli e centimetri da piazzare in mediana), ma ben presto si è reso conto che nulla poteva fare al caso del Cosenza. A centrocampo, pertanto, si resterà con cinque uomini, con Corsi che fungerà contestualmente da vice-Sassano e da vice-Arrigoni, ma che nell’eventualità di un 4-4-2 sarebbero più che sufficienti. E l’attacco? Con la partenza di Napolano restano sei calciatori offensivi. L’imminente rientro di De Angelis formerà tre coppie polivalenti. A destra si giocheranno una maglia Alessandro e Tortolano, in mezzo Cori e lo stesso ex Avellino, a sinistra Mosciaro e Calderini. Questi ultimi, tuttavia, sarebbero ben funzionali anche in caso di addio al 4-3-3, ipotesi per il momento da scartare in toto. Resta aperto il mercato degli svincolati, difficile tuttavia che si decida di prendere qualcuno che debba iniziare da zero la preparazione e che carburerebbe tra un paio di mesi col campionato già entrato nel vivo. Insomma, è molto probabile che il Cosenza resterà con 21 calciatori fino al 31 dicembre, poi si vedrà. (Luigi Brasi)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts