Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza verso il 4-4-2

Il Cosenza verso il 4-4-2

Cappellacci ha provato Arrigoni di fianco a Corsi, con Alessandro e Sassano sulle fasce. All’orizzonte si profila un’altra panchina per il capitano Mosciaro. In difesa scalpita Zanini.
corsi con montaltoCorsi in azione durante l’amichevole giocata col Montalto al San Vito (foto mandarino)
Cappellacci continua a lavorare sulla tattica, dando l’impressione di voler puntare ancora sul 4-4-2. Oggi pomeriggio al Macrì lo ha lasciato intendere chiaramente perché ha approfondito ancora il più classico dei moduli. Non ha però dato grossi punti di riferimento perché Ciancio, squalificato dopo l’espulsione dell’Arechi, lavorava costantemente con la formazione che potrebbe presentarsi poi contro il Foggia. Ad ogni modo sono da registrare degli esperimenti in mediana dove stavolta sembra avere poche chance di partire dall’inizio Fornito. Tutti gli altri si contendono una maglia da titolare con il solo Alessandro certo di partire dall’inizio. A Salerno hanno brillato Corsi e Criaco, ma il rientro di Arrigoni indurrà il tecnico a rinunciare probabilmente ad uno dei due. Il regista è stato posizionato di fianco a Corsi, con la conferma di Sassano largo a sinistra in un ruolo che ha ben interpretato nel primo impegno di campionato. Se 4-4-2 sarà, i ballottaggi potrebbero riguardare proprio Criaco, Sassano e Corsi: i tre si giocherebbero due maglie. Confermatissima in attacco invece la coppia Cori-Calderini, con quest’ultimo in grande spolvero. Il capitano Mosciaro sembra pertanto destinato ad un’altra panchina. In difesa, infine, il sostituto naturale di Ciancio è Zanini, ma occhio alla soluzione Blondett che implicherebbe l’inserimento di Tedeschi al fianco di Magli. (Luca Sini)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts