Tutte 728×90
Tutte 728×90

Brutium-Quartograd: non solo calcio, ma condivisione di ideali

Brutium-Quartograd: non solo calcio, ma condivisione di ideali

L’amichevole tra la squadra fondata dagli ultras della Curva Nord del Cosenza e quella partenopea nata da un’idea dagli abitanti più attivi socialmente del comune di Quarto.
brutium-quartogradLe tifoserie della Brutium Cosenza e del Quartograd insieme prima del match
Non solo calcio, non solo cross e gol. Brutium Cosenza-Quartograd è stata qualcosa in più di una semplice partita di pallone, ma un incontro tra due realtà che hanno scelto di sganciarsi dagli schemi prestabiliti e di rimettersi in gioco. Hanno deciso di partire dal basso, ma fedeli agli ideali che hanno animato le esperienze precedenti sulle gradinate di uno stadio. Da un lato la Curva Nord Cosenza, dall’altro  gli abitanti di Quarto, comune da anni sciolto per infiltrazioni camorristiche e ancora gestito da commissari prefettizi. Gli ideali libertari sono condivisi, tanto che le stelle rosse sono la simbologia più utilizzata per la realizzazione degli striscioni sia da un lato che dall’altro. A spiegare cosa è il Quartograd sono gli stessi componenti dell’associazione partenopea che sul loro sito web sottolineano come operano nel sociale e nello sport o, meglio, come utilizzano lo sport per operare nel sociale. “L’obiettivo è quello di portare avanti una certa idea di calcio lontano dagli interessi economici dominanti – spiegano – Il piano di comunicazione prevede la messa in risalto dei valori sociali e “popolari” di questo sport attraverso un concept vintage che richiami il “calcio di un tempo”. Il Nostro slogan è “Il Calcio che Vogliamo ce lo Riprendiamo“. Le due tifoserie ieri hanno trascorso una lunga giornata a stretto contatto scambiandosi opinioni e discutendo su possibili iniziative comuni sui temi dell’antirazzismo e dell’aggregazione. Entrambe le squadre, che affronteranno il campionato di Prima Categoria nelle rispettive regioni, sul sintetico del Marca si sono date battaglia impattando per uno ad uno (di Ponzio e Cesareo le marcature). (Stefano Sicilia)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!
 

Related posts