Cosenza Calcio

Incontro Guarascio-Meluso. Si decidono le sorti del Capp

Il ds stamattina ha visto il tecnico alla ripresa degli allenamenti (ore 11). C’è lo scoglio del biennale, ma crescono le quotazioni di Sabatini, Bucchi e Napoli quale successore del tecnico abruzzese. Le alternative (da Simonelli a Gagliardi passando per Patania e De Angelis) non mancano. Difficile che gli venga concessa un’ulteriore prova d’appello.
capp a reggioCappellacci per l’ultima volta in panchina a Reggio Calabria ieri pomeriggio? (foto cufari)
L’avventura di Cappellacci non è mai stata così in bilico come in questo momento. Oggi Meluso incontrerà Guarascio per fare il punto della situazione e prendere una decisione, dopo aver già incontrato Cappellacci al Sanvitino alla ripresa degli allenamenti (ore 11 in campo, ma già alle 10 c’erano i primi calciatori). Si rafforza con il passare delle ore la tesi dello scossone, cosa che implicherebbe l’esonero dell’allenatore abruzzese. Dalla sua ci sono due aspetti di non secondaria importanza: il biennale che blinda se stesso e il suo staff sulla panchina dei Lupi fino a giugno 2016 e i due impegni ravvicinati contro Catanzaro in Coppa Italia e Paganese in campionato. Ad ogni modo la prestazione offerta ieri pomeriggio al Granillo non è stata digerita dalla tifoseria e dal presidente stesso che già prima del derby di campionato col Catanzaro aveva dichiarato ai cronisti presenti in tribuna stampa che si augurava di vincere perché voleva “tenersi Cappellacci”. Una sorta di anticipazione di quello che sarebbe successo in caso di ko. La situazione si è riproposta ieri pomeriggio: nelle tre gare d’appello post-Lupa Roma il Cosenza ha ottenuto solo un punto perdendo a Caserta e Reggio Calabria. In una società normale il dado sarebbe ormai tratto, ma si sa che a Via degli Stadi le cose vanno per le lunghe quando di mezzo c’è l’aspetto economico. Guarascio e Meluso parleranno tra di loro e probabilmente a malincuore chiederanno al tecnico di farsi da parte. Davanti alla non disponibilità di rassegnare le dimissioni dovrebbero provvedere poi a sollevarlo dall’incarico. E qui parte la corsa al successore. Le ipotesi, come noto sono due. La prima, specialmente in caso di dimissioni, permetterebbe a Via degli Stadi di individuare una figura alternativa (forse senza staff al seguito) dello stesso profilo. Viceversa sarebbe scelto un tecnico low-cost, ancora legato ai Lupi per un motivo o per un altro. Nel primo caso, tra i nomi già circolati c’è Guido Ugolotti, tecnico già allertato dopo il ko di Barletta, ma che implicherebbe un intervento deciso sul mercato in parte subito e in parte a gennaio. Giovanni Simonelli è un profondo conoscitore della categoria ed ha dimostrato in passato di poter fare molto bene se messo in condizione di lavorare. Ha sfiorato la promozione in B con Pisa (in tandem con Meluso…), Benevento e Sorrento, anche se l’anno scorso non è riuscito a salvare i rossoneri dalla D. Crescono le quotazioni di Carlo Sabatini, fratello del ds della Roma Walter, che è un uomo di fiducia dello stesso Meluso con cui ha già collaborato a Padova e Frosinone, ma che non è mai sceso al sud Italia. A maggio, dopo aver ottenuto la promozione, ha deciso di non continuare l’avventura a Mantova ed è in attesa della chiamata giusta. Nelle ultime ore è stato fatto un sondaggio con Christian Bucchi, ex attaccante del Perugia e del Napoli che ha iniziato la sua carriera di tecnico a Pescara continuando a Gubbio. Nell’ipotesi in cui il patron optasse per una soluzione meno complicata, la cerchia si ristringerebbe nell’ordine ad Enzo Patania (grande sponsor del direttore sportivo in estate, ma che dice di non voler tornare in panchina), Tommaso Napoli, Gianluca Gagliardi e Stefano De Angelis (ora alla Berretti). Tra i tre è risaputa la simpatia di Guarascio per il primo. (Luca Sini)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina