Tutte 728×90
Tutte 728×90

Quel Cosenza-Paganese che costò un anno e mezzo di squalifica al San Vito

Quel Cosenza-Paganese che costò un anno e mezzo di squalifica al San Vito

Il 27 marzo del 1977 successe di tutto quando al quarto minuto della ripresa gli ospiti usufruirono di un calcio di rigore. Nei sette precedenti casaliinghi soltanto una vittoria dei Lupi.
de angelis rig a cz ciDe Angelis realizza il rigore dell’1-1 nel match di Coppa Italia a Catanzaro (foto mannarino)
Il 27 marzo del 1977 restò per tanti anni la giornata più buia del calcio cosentino. Soltanto il fallimento del 2003 riuscì a spodestare quel nefasto pomeriggio dal gradino più alto di un podio per nulla ambito. Nel libro di Federico Bria “Vita da Lupi” il quadro dell’epoca è descritto perfettamente. Il Cosenza quell’anno, come l’attuale, fu inserito nel girone C dell’allora Serie C. La stagione fu caratterizzata da polemiche, mancati pagamenti, scioperi dei calciatori, cambi al vertice della società, proteste dei tifosi che sfociarono in veri e propri atti teppismo e per finire un’invasione di campo. Questo episodio avvenne proprio in occasione di un Cosenza-Paganese. Dopo un primo tempo scialbo, gli ospiti passarono in vantaggio ad inizio ripresa grazie ad una rete di Di Giaimo. Dopo qualche minuto i campani usufruirono di un calcio di rigore, provocando reiterati tentativi di invasione del campo bloccati dalle forze dell’ordine. Alla terza rete dei biancazzurri si infittì una fitta pioggia di oggetti lanciati in campoo. Al 23′ della ripresa il signor Soncini di Bologna decise di sospendere il match a margine di una direzione scandalosa. Un gruppo di tifosi a quel punto si introdusse dalla porta carraia per sfasciare il pullman della Paganese, mentre un altro si intrufolò fin dentro gli spogliatoi per aggredire la terna arbitrale che lasciò Cosenza solo a tarda notte. La sentenza fu durissima: un anno e mezzo di squalifica del campo. La conseguenza di quella disgraziata stagione fu la retrocessione, ma non che negli altri sei precedenti andò meglio, tanto che nei confronti casalinghi i Lupi hanno totalizzato 1 vittoria, 3 pareggi e 3 sconfitte. L’unico acuto è da registrare nel torneo ’82-’83: il 3-0 maturò con le reti di Conte, Orlando e Marulla. I pareggi, sempre per 0-0, avvennero nel ’29-’30, nel ’79-’80 e nel 2004-2005 con il Cosenza Fc, anno in cui il 1914 invece perse 1-0. L’altro ko, infine, fu nell’80-’81 con il medesimo punteggio. (Luigi Brasi) 
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it