Tutte 728×90
Tutte 728×90

Capp nasconde il Cosenza. Si profila un cambio modulo?

Capp nasconde il Cosenza. Si profila un cambio modulo?

Il tecnico rossoblù ha scelto le porte chiuse anche per l’allenamento di oggi. Se dovesse abbandonare il 4-3-3 potrebbe pensare al 4-4-2 o alla difesa a tre. Sassano verso il forfait per Matera.
allenamento agosto corsettaUn allenamento estivo sul rettangolo verde del San Vito (foto mannarino)
Allenamento a porte chiuse oggi pomeriggio per la formazione di Roberto Cappellacci che evidentemente stavolta non vuole concedere alcun vantaggio al Matera. Il tecnico rossoblù ad ogni modo deve fare di necessità virtù e sta cercando di far quadrare il cerchio sebbene gli infortunati siano tanti e diversi. Mancheranno sicuramente Sperotto, De Angelis e Sassano. Il primo cerca da diverse settimane di venire a capo della fascite plantare che ne ha compromesso la crescita, il secondo si è procurato uno stiramento al bicipite femorale dopo il lungo periodo di inattività, il terzo invece ha riscontrato il riacutizzarsi del fastidio alla pianta del piede che da qualche giorno non gli dava tregua. Non preoccupa Cori che rientrerà in gruppo e figurerà nell’elenco dei convocati, mentre Corsi vuole stringere i denti per rispondere presente. La pretattica dell’allenatore potrebbe lasciare presagire un cambio modulo, del resto il 4-3-3 non ha funzionato per niente. Come sistemarsi in alternativa? Se Capp dovesse variare davvero atteggiamento tattico di certo farebbe un pensiero al 4-4-2, posizionando Fornito e Arrigoni (o Corsi) in mezzo e allargando Criaco e Alessandro sulle corsie laterali. In avanti Calderini supporterebbe Mosciaro e viceversa. Difficile che pensi alla difesa a tre: non ha mai provato questo schema in due anni di Cosenza, sebbene disponga (numericamente parlando) degli uomini per farla e di fronte si ritroverà un amante del 3-4-3 come Auteri. Nel caso di 3-5-2 in difesa agirebbero Blondett, Tedeschi e Magli con Ciancio e Bertolucci sulle corsie laterali. Il centrocampo riproporrebbe il trio Criaco-Arrigoni-Fornito, con la prima linea immutata rispetto alla soluzione precedente. Qualora Cappellacci decidesse di posizionarsi in maniera speculare, in mediana potrebbero agire da destra a sinistra Ciancio, Corsi, Fornito e Criaco, con Alessandro-Mosciaro-Calderini quale tridente offensivo. Se resteranno semplici ipotesi, tuttavia, lo scopriremo solo a Matera. (Luigi Brasi)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts