Tutte 728×90
Tutte 728×90

Coppa Italia: Cosenza col 4-2-3-1 contro la Reggina. De Angelis: “Voglio vincere”

Coppa Italia: Cosenza col 4-2-3-1 contro la Reggina. De Angelis: “Voglio vincere”

Il tecnico, che da giovedì sarà il vice di Roselli, precisa: “Battere gli amaranto può essere una grande iniezione di fiducia”. Non convocati De Angelis, Caccetta, Sperotto e Sassano.
calderini e criacoCalderini e Criaco in azione durante una rifinitura sul terreno del San Vito (foto mannarino)
Cambio di allenatore e ventata d’aria fresca in casa Cosenza. La notizia dell’arrivo del neo tecnico Roselli ha di fatto dato un taglio netto col passato chiamato Cappellacci. A distanza di ventiquattro ore i silani hanno un nuovo allenatore che domani, nella gara di Coppa Italia contro la Reggina, sarà presente in tribuna per dare uno sguardo dal vivo a quella che diventerà ufficialmente da giovedì la sua nuova squadra. Nel frattempo toccherà a Stefano De Angelis, promosso vice di Roselli dopo aver guidato fino a domenica scorsa la Berretti rossoblu, guidare Mosciaro e compagni nel derby di domani contro la Reggina. Brucia ancora il tris di Insigne in campionato e De Angelis lo sa bene. “Il derby ha sempre un valore intrinseco. Sono sicuro che vincendo domani i ragazzi riuscirebbero ad acquisire una maggiore convinzione nei propri mezzi”. E’ proprio per questo motivo che per la gara di domani il tecnico ha deciso di affrontarla con gli elementi della prima squadra, senza dover far ricorso ai ragazzi della Berretti. La stessa situazione si era già verificata a Catanzaro. Come sottolineato in precedenza in panchina ci sarà De Angelis, ma in tribuna lo spettatore più interessato di tutti sarà Giorgio Roselli. Contro gli amaranto sono stati convocati 18 elementi: i portieri Ravaglia e Saracco; i difensori Bertolucci, Blondett, Carrieri, Ciancio, Magli, Tedeschi, Zanini; i centrocampisti Alessandro, Arrigoni, Corsi, Criaco, Fornito, Tortolano; gli attaccanti Calderini, Cori e Mosciaro.  De Angelis parla anche del colloquio avuto col diesse Meluso. “Ho già ringraziato il direttore per l’opportunità che mi è stata data. Quando faccio qualcosa per Cosenza è sempre bello e spero di dare mio contributo. Metterò la mia esperienza al servizio dei rossoblù come sempre fatto nella mia carriera”. Poi un pensiero per la squadra. “La rifinitura di oggi è stata bella e intensa. I ragazzi sanno l’importanza del momento. Cambiando l’allenatore, sanno che tutte le responsabilità sono loro. Vorranno dare il massimo, sgombrando la testa da quanto è successo negli ultimi mesi. Tutti hanno dato la massima disponibilità oltre a mettere un grande impegno in questi due allenamenti. Nessuno ha lesinato energie: sono queste le risposte che mi aspettavo”. Capitolo squadra. Tutti arruolabili tranne i reduci da infortuni. “Non rischiamo nessuno – dice  -, gestiamo Gianluca De Angelis al meglio dato che sta recuperando. Non ho convocato Caccetta, Sassano e Sperotto per lo stesso motivo”. Poi spazio al modulo tattico. Pochi stravolgimenti o cambiamento radicale? Così De Angelis. “Per domani ho campo libero, anzi stasera a cena valuteremo situazioni con il nuovo tecnico. Credo di utilizzare il 4-2-3-1 con la Reggina”. Finale con dedica ai lupacchiotti. “Lascio la Berretti a malincuore, sono molto legato a loro e li continuerò a seguire sempre durante l’anno. Sarà molto difficile, ma il distacco non sarà totale. Ma adesso potrò dedicarmi anima a cuore ad una squadra che ha l’obbligo di salvarsi e dare risposte sul campo”. (co. ch.)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts