Tutte 728×90
Tutte 728×90

“Il Santo” Roselli: “Voglio che corra la palla e cercherò di capire i miei ragazzi”

“Il Santo” Roselli: “Voglio che corra la palla e cercherò di capire i miei ragazzi”

Il nuovo allenatore del Cosenza: “C’è da lavorare, ma questa non è una squadra da ultimo posto. Cureremo molto l’aspetto psicologico per tagliare il traguardo della salvezza. Accetterò tutti gli errori dei calciatori, ma non quelli derivanti da paura o presunzione”. 
roselli presentazioneIl nuovo tecnico Roselli alla sua presentazione con Pasqua e il ds Meluso (foto mannarino)
E’ stato presenato stamattina presso presso l’Hotel Fabiano a Rende il nuovo allenatore del Cosenza alla presenza dell’addetto stampa Gianluca Pasqua e del direttore sportivo Mauro Meluso che in accordo col presidente Guarascio ha ritenuto l’ex trainer di Pavia e Gubbio la figura più adatta a risollevare la stagione dei Lupi. “Voglio farli correre il meno possibile – ha detto riferendosi ai suoi nuovi calciatori – Sì, avete capito bene e non sono pazzo. L’importante è correre bene e in maniera lucida, ecco perché sono intenzionato a ridurre il loro raggio d’azione e mettere i calciatori nelle condizioni di esprimersi al meglio facendo andare veloce la sfera. Sono convinto di riuscire a farlo, ma il tempo non è mai dalla nostra parte”. Il Cosenza non tornerà mai sul mercato “Da allenatore non ho mai scelto i calciatori, ma alleno chi ho a disposizione. Non parlerò mai di mercato e lo farò con la società solo a mercato aperto. Questo significa che i giocatori che ho a disposizione sono i più bravi del mondo, anzi devono esserlo per forza. So che per diverso tempo lavorerò con questo materiale umano, una società poi valuta alcune situazioni momento dopo momento e se la squadra si può migliorare è nell’interesse del presidente per primo mantenere la categoria e programmare il ritorno nel calcio che compete ai rossoblù”. Al San Vito troverà un gruppo demotivato. “L’aspetto mentale conta moltissimo. Noi dobbiamo cercare di recuperare e far rendere moltissimo ogni elemento. Un calciatore che sta fuori per due o tre partite molla ed è una difficoltà enorme, oggi va avanti solo chi ha il carattere giusto per stare fuori ed aspettare il proprio momento. Il Cosenza non tira in porta? Si può vincere con un tiro e perdere con dieci. Va ricostruita la fiducia in se stessi”. Chi si aspetta grossi cambiamenti rimarrà deluso. “Non resetterò nulla nello spogliatoio, ma spiegherò quali sono i concetti che mi hanno sempre ispirato. Tutti i pomeriggi dovremo conquistare qualcosa, preverrà il gruppo e non ci saranno leader. Io alleno e loro giocano, dimostrino di volerlo fare: accetterò tutto tranne l’errore di presunzione e paura. Non farò mai giocare un calciatore così. Il compito più difficile è capire i miei ragazzi e non loro me”. Il calendario non sorride a Roselli. “Il girone meridionale è quello più attrezzato, con alcune outsider che si sono proiettate in avanti. Penso alla Vigor Lamezia per esempio. Il Cosenza fa parte delle formazioni in difficoltà, ma dobbiamo ricostruire la fiducia in noi stessi. Questo organico non è da primo posto, ma nemmeno da ultimo”. Il nuovo tecnico dei Lupi ha un’usanza particolare. “Quando alleno una squadra e riesco a mangiare il panettone a Natale sono solito regalare ad ognuno un libro. Serve tempo perché è una fatica tremenda sceglierlo: trovarne uno libro significa entrare nella testa dei ragazzi e far capire loro che il cervello va allenato. E’ come quando chiedo il pomeriggio se preferiscano sedute di tattica o i cento metri: spesso mi rispondono i cento metri perché a pensare e ragionare fanno fatica. Nel calcio non funziona così”. Chiusura dedicata al suo rapporto coi tifosi. “Ho sempre avuto ottimi rapporti con i supporter: ognuno deve avere rispetto degli altri. Vengo da una famiglia modesta e so come funziona la vita con 600 euro al mese. Io sono stato fortunato, chiunque può dirmi qualcosa o fischiarmi: mai mi girerò indietro a vedere chi è. Questo è il mio lavoro e chi esercita questo mestiere non può prescindere dai sostenitori”. (Luca Sini)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts